in News

La "virilità" e l'ascesa della "sissy culture" si scontrano sui social cinesi

Di Pubblicato Ottobre 23, 2018

Le discussioni sul significato di 'virilità' stanno suscitando discussioni sui social media cinesi.

Tutto ha avuto inizio quando l'emittente televisiva cinese CCTV ha trasmesso un servizio all’interno della trasmissione “Back to School: The First Class”, programma televisivo educativo annuale patrocinato dal Ministero della Pubblica Istruzione, dedicato alla celebrazione del nuovo anno scolastico.

Lo show, che ha avuto un altissimo tasso di share, si è aperto con una performance dal vivo della boy band New F4, gruppo composto da quattro ragazzi: Guan Hong, Dylan, Wu Xize e Liang Jingkang.

 sissyboys 1.jpg

In Cina, questi quattro giovani sono noti per avere un "aspetto femminile", chiamati in maniera derisoria “sissy”, il che significa che prestano molta attenzione ai loro vestiti, ai loro capelli e al loro trucco.

Dopo la messa in onda del programma "Back to School", molti genitori hanno messo in dubbio l'idoneità della performance dei New F4, chiedendo tramite i social un po’ più di "mascolinità". Il programma è stato criticato per essere "troppo leggero" e avere "un valore educativo insufficiente".  

Uno di questi commenti, riportato dall’agenzia di stampa Xinhua ha dichiarato: "queste femminucce promuovono una cultura malsana e innaturale che ha un impatto negativo sui giovani da non sottovalutare. La cultura “sissy”, guidata dal consumo, sfida l'ordine pubblico e adotta uno stile di vita decadente.“

Nel giro di poche ore, il giornale del partito People's Daily ha risposto con un articolo intitolato "People's Daily Review: What Should Today's 'Masculine Trits"?, mettendo in discussione la definizione e lo scopo della mascolinità nella società moderna.

 sissyboys 2.jpg

L'autore della rubrica sul People's Daily ha dichiarato che: “la società moderna ha ampliato la percezione dell'estetica e, in una società matura, le persone dovrebbero essere tolleranti nei confronti degli altri e non dovrebbero più valutare una persona solo in base alle sue caratteristiche di genere".

Più avanti nell'articolo, l'autore propone una nuova costruzione della mascolinità; che non ha molto a che fare con il proprio aspetto ma più con le proprie qualità interiori. Critica inoltre l'uso di termini dispregiativi come "sissy", che non hanno "rispetto per le scelte individuali".

Non è la prima volta che una voce presente su una piattaforma come il People's Daily supporta i cosiddetti uomini dall'aspetto femminile. Il 13 agosto di quest'anno, anche il People's Daily Overseas Edition ha pubblicato un articolo editoriale, chiedendo tolleranza per questo nuovo stile di vita.  

Sui social media cinesi sono in molti a non vedere alcuna minaccia nella crescente popolarità di questo nuovo stile maschile. Alcuni utenti di Weibo hanno commentato : "Determinare se un uomo è "maschio" o no non ha nulla a che fare con il suo aspetto. Conta il suo senso di responsabilità.

 sissyboys 3.jpg

Altri utenti sostengono invece la parte opposta: "Gli uomini dovrebbero svegliarsi ed essere più mascolini!", Molti altri lodano l’intervento di Xinhua per aver inviato un messaggio forte e chiaro, mettendo in guardia la società dall'ascesa della "cultura sissy".

Non è la prima volta che si parla di una presunta "crisi della mascolinità". Nel corso degli anni sono comparsi vari termini sui social media cinesi che stereotipano certi tipi di uomini e le loro caratteristiche. Questi sono cinque esempi popolari:  

  1. Sissy boy: Termine dispregiativo verso gli uomini androgini la cui personalità e aspetto sono piuttosto femminili. A loro piace spesso mettere molta cura nel loro aspetto, compreso il trucco e l'amore per lo shopping. Sui social media, molti sostengono che il presunto "comportamento soft" sia alimentato dall'iperprotezione subita da bambini e dalla mancanza di consapevolezza di genere nell'educazione.
  2. Lo sciovinista: Si riferisce agli uomini che vivono nel loro mondo, con i loro valori e che tendono a rivelare la loro insoddisfazione nei confronti degli altri. L'opinione generale è che questi "uomini sciovinisti" siano ipocriti e indifferenti ai valori delle donne. Il loro modo di fare conoscenza con una donna è spesso attraverso l'acquisto di regali e spendendo un sacco di soldi. 
  3. Phoenix man: Il 'maschio Phoenix' si riferisce a quegli uomini che provenivano da zone rurali povere e che sono stati ammessi all'università dopo duro lavoro e adesso abitano in città per lavoro. Sebbene essi abbiano lasciato la campagna, mantengono ancora molti concetti e idee rurali e tradizionali.  
  4. Wretched o Vulgar: I termini "uomo volgare", "perdente" o "pervertito" denotano una persona che fa sentire gli altri a disagio. Questi uomini appaiono spudorati e mostrano un comportamento anormale e inferiore causato dalla repressione sessuale a lungo termine.  
  5. Mommy's Boy: L'etichetta "mammone" si riferisce agli uomini che ascoltano tutto ciò che dice la madre. Qualunque cosa dice la loro madre, la considerano come la verità, e vivono secondo le decisioni prese dalla madre - compreso il lavoro da scegliere, chi sposare e dove vivere.
Per il momento, sui social media cinesi, le discussioni su quello che dovrebbe essere un “vero uomo” continuano. Nel frattempo, la pagina di Weibo dei New F4 ha ricevuto 110 milioni di visualizzazioni, numero che continua a crescere.
Letto 2347 volte Ultima modifica il Lunedì, 15 Ottobre 2018 09:59

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android