in News

Hip Hop in Cina: ecco le cinque tracce "DISS" più popolari del 2018

Di Pubblicato Gennaio 09, 2019

Le “Diss tracks”- quei brani hip hop dedicati ad artisti rivali, spesso comprendenti espressioni offensive – sono molto frequenti in questo genere musicale e divertono molto i fan.

Guardando al 2018, sono in molti ad aver ascoltato l'album "Kamikaze" di Eminem, in particolare per la guerra di parole con il rapper Machine Gun Kelly. La battaglia è culminata nella canzone intitolata "Killshot" che ha raggiunto i 38 milioni di visualizzazioni su YouTube in sole 24 ore.

L'interesse per l'hip-hop sta crescendo rapidamente in Cina, e il genere ha visto la sua presenza in drama e show televisivi dedicati.

Il rap in Cina è presente dagli anni '90, ma solo lo scorso anno il genere ha acquisito un'esposizione mainstream con il debutto del talent televisivo "The Rap of China". Ma a pochi mesi dall'episodio finale dello show, le autorità hanno vietato la rappresentazione della cultura hip hop – che comprende tatuaggi e gioielli luccicanti – in TV e nei film. Nonostante il giro di vite, "The Rap of China" è tornato per una seconda stagione, e la sua base di fan continua a crescere.

Come con le loro controparti oltreoceano, i rapper cinesi hanno abbracciato l'arte del dissing, specialmente quando si tratta di accuse percepite contro il loro paese o la propria gente. Un esempio famoso riguarda un rapper della città nord-occidentale di Xi'an: l'artista ha pubblicato una violenta traccia in risposta a un rapper taiwanese che aveva insultato la Cina continentale in uno show televisivo locale.

La scorsa settimana, 3Fat - un famoso account di WeChat che si occupa della scena hip-hop cinese - ha pubblicato un articolo che elenca cinque brani “dissing” che riflettono al meglio questo anno tumultuoso.

5. “F*** Lil Pump” di Pissy

Li Yijie (conosciuto come Pissy), del gruppo CD REV, originari del Sichuan, ha registrato e postato questa traccia in lingua inglese su Weibo in risposta al video di un rapper diciottenne americano chiamato Lil Pump.

4. “LIL-EM Diss” di Toxic Ximi

Lo scorso settembre, Toxic Ximi, un non troppo conosciuto rapper dello Yunnan, ha pubblicato “LIL-EM Diss”, con l’immagine che fa da sfondo al video che riprende la copertina di “Killshot" di Eminem.

3. “Not Me” di HHH

A novembre, HHH, un rapper di Xi’an, ha pubblicato una diss track in risposta all’ormai famoso (o famigerato) video della campagna pubblicitaria di Dolce e Gabbana, accusato di razzismo e sessismo.

2. “Fantan Pipa” di Kindergarten Killer

Kindergarten Killer è uno dei precursori del genere, attivo fin dal 2005 sulla scena hip hop cinese. Il rapper è famoso per l’uso di tuner che camuffano la sua voce, trasformandola in quella di un chipmunk. La traccia “Fantan Pipa” si scaglia contro la mediocrità dei partecipanti al talent “Rap of China”.

1. “The Emperor’s New Clothes (Skr)” di AR

Se il brano di Kindergarten Killer non si rivolgeva direttamente al conduttore di “Rap of China”, Kris Wu, diversamente ha fatto Liu Fuyang, alias AR, che ha dedicato le sue attenzioni interamente al cantante sino-canadese. Il successo è stato straripante, tanto da raggiungere la cifra di 340mila commenti sulla piattaforma NetEase.

Letto 1461 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android