in News

MonteNapoleone District guida la QR Revolution

Di Pubblicato Febbraio 08, 2019
Ecco di cosa abbiamo bisogno per diventare i numeri uno per i turisti Cinesi
 

In occasione del Capodanno Lunare non sono state poche le iniziative che hanno visto l’industria dell’accoglienza e del turismo ingegnarsi per esaudire i desideri del pubblico Cinese.


La più azzeccata ci sembra sia stata quella del MonteNapoleone District: in occasione del primo MONTENAPOLEONE CHINESE NEW YEAR gli acquirenti Cinesi hanno potuto infatti utilizzare la piattaforma WeChat per i loro pagamenti, scannerizzando comodamente il QR code dei vari store aderenti all'iniziativa.
La pagina ufficiale WeChat del MonteNapoleone District è attiva da ottobre 2018 e presenta vari articoli in lingua Cinese, dalla presentazione di nuovi prodotti all’introduzione della Monte Napoleone VIP lounge (un servizio in collaborazione con Global Blue, Planet, Tax Refund e Ferrari Tax Free For You che permette di accedere più velocemente alle procedure di tax refund).

mmexport1549619408292.jpg

L’iniziativa ha inoltre permesso di creare un canale sempre aperto per interagire direttamente con la clientela. Avete capito bene, sempre aperto. Se WeChat è nato come semplice strumento di chat, la sua evoluzione lo ha portato a diventare un mezzo quasi vitale ed estremamente comodo per ogni aspetto del quotidiano. Intervistato da Elisabetta Campana per MFF, Andrea Ghizzoni (direttore di Tencent IBG Europa) ha spiegato come il concetto di ads sia sostanzialmente diverso su WeChat: il mezzo permette un unico contenuto pubblicitario inviato al giorno (再见 spam!) ma il cliente riceve informazioni altamente personalizzate e modellate sui precedenti interessi.

hdImg_87450973e815a82d99c1640d810383fa1549619013079.jpg

Un progetto all’accoglienza che si fonda su una profonda conoscenza del pubblico e dei gusti Cinesi.
Il quadrilatero della moda ha infatti ideato e realizzato l’incontro dal titolo “Consumi, turismo, lusso: i driver dell’economia cinese all’epoca di Xi Jinping”. La tavola rotonda ha visto la partecipazione e gli interventi di Francesco Boggio Ferraris (Fondazione Italia Cina), Antonella Bertossi (Global Blue), Andrea Ghizzoni (Tencent) e Andrea Pira (China Desk di Milano Finanza, Class Editori). Gli esperti hanno spaziato tra analisi particolareggiate su specifici target all’interno del panorama dei consumatori, a resoconti più generali sull’espansione economica Cinese, con l’appoggio delle interessanti previsioni future (che possiamo ricavare dal rallentamento odierno) proposte da Andrea Pira.

capodanno-cinesemontenap.jpg

Allo stesso modo, i suggerimenti e le proposte che hanno animato la sala della ConfCommercio milanese puntano a coprire ogni aspetto dell’esperienza di turismo e dello shopping del lusso: Francesco Boggio Ferraris è convinto che sia necessario aumentare la conoscenza del proprio target: il brand è ancora la prima sicurezza per il cliente, oppure c’è voglia di innovazione e più ricercatezza nel design? L’interesse suscitato dai marchi emergenti e il fatto che i Cinesi ormai hanno l’occhio allenato al design confermerebbero la seconda ipotesi.
Per Andrea Ghizzoni le risposte sono immediate: QR Code, per semplificare i metodi di pagamento su WeChat e WiFi gratuita. Nonostante le innovazioni e l’impegno l’Italia ha ancora da imparare. Come mostrato da Antonella Bertossi, la Francia (forte del suo ruolo nell’immaginario Cinese collettivo), è più reattiva dell’Italia sul mercato del lusso orientato ai consumatori cinesi... Per ora! 


A quanto pare, MonteNapoleone District ha accettato la sfida.

Letto 1168 volte Ultima modifica il Venerdì, 08 Febbraio 2019 15:59

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android