in News

Realtà aumentata e virtuale, gli occhi del mondo sono puntati sulla Cina

Di Pubblicato Aprile 09, 2019

Nel 2016 la Cina contava circa 3000 posti in questo mercato, che si prevede crescerà di 13 volte da qui al 2021 raggiungendo i 721 milioni di dollari

 

 

A Shanghai, Chen Jiuxiao, indossando un visore per la realtà virtuale, viene immediatamente teletrasportata su una pista da sci sulla quale può esercitarsi nello slalom. "Ho sentito la gravità portarmi giù lungo la pista", ha detto la venticinquenne dopo essere riemersa nel mondo reale. "Lo scenario intorno a me era davvero autentico". Chen, che lavora nel settore alberghiero, si è avventurata in un VR arcade di Shanghai grazie al passaparola dei suoi amici esperti di tecnologia.

Nel 2016 la Cina contava circa 3000 posti nel settore dell’AR, mercato che oggi prevede una crescita di 13 volte entro il 2021 a 5,25 miliardi di yuan (782 milioni di dollari), secondo un rapporto congiunto di iResearch Consulting Group e Greenlight Insights.

china vr 1.jpg

Se si aggiungono i profitti derivanti da cuffie, accessori, giochi e altri prodotti, e non c'è da stupirsi che le industrie della realtà aumentata - tecnologia che sovrappone un'immagine generata da un computer alla visione di un utente del mondo reale – e della realtà virtuale abbiano gli occhi puntati sulla Cina. "La crescita cinese nei prossimi cinque anni potrebbe vederla dominare nei settori AR/VR a lungo termine, e con ampi margini", ha dichiarato lo scorso anno in un rapporto un report di Silicon Valley Digi-Capital. "La Cina ha il potenziale per guadagnare oltre un dollaro ogni 5 spesi" in questo settore a livello mondiale entro il 2022, prosegue il rapporto.

china vr 2.jpg

Un fattore chiave è il governo cinese.

Decine di milioni di cinesi sono diventati giocatori compulsivi di videogiochi per dispositivi mobili, causando preoccupazione per il fatto che nel paese stia crescendo una generazione di giovani miopi dediti ai videogame sparatutto. Le autorità lo scorso anno hanno imposto limitazioni sul numero di nuove uscite e sul tempo di gioco per i giovani, facendo tremare l'industria e crollare i titoli delle grandi compagnie hi-tech, compreso il gigante Tencent.

china vr 3.jpg

Allo stesso tempo, il governo sta facendo pressione affinché la Cina diventi leader mondiale nelle tecnologie di prossima generazione tra cui l'intelligenza artificiale e i veicoli autonomi. Anche la VR è stata inserita in questo elenco di categorie, beneficiando di una serie di politiche preferenziali. Chen Wei, manager dell'arcade VR Machouse di Shanghai, ha detto che questa tecnologia eviterà i guai in cui si sono cacciati i videogiochi mobile in Cina. Chen ha citato il costo relativamente alto del gioco arcade - fino a 70 yuan o più per una partita di 15 minuti - e della creazione di sistemi domestici. "È difficile per i minorenni diventare dipendenti", ha detto.

La nascente industria dei giochi in realtà virtuale soffre tuttavia di una carenza di giochi di alta qualità. Presso il VR+ Amusement Park di Shanghai, viene pubblicato un nuovo gioco solo ogni tre mesi, dicono i funzionari. Gli analisti affermano che aziende come Tencent rimangono per ora riluttanti a lanciarsi nella scena arcade, almeno fino a quando il settore non raggiungerà la massa critica. Ma l'azienda, insieme ai suoi colleghi di Alibaba e Baidu, sta investendo nello shopping online virtuale e nell'intrattenimento in VR, investimenti che potrebbero poi ricadere nel settore dei giochi.

china vr 4.jpg

Già un certo numero di città cinesi si sono dichiarate zone di incubazione in cui si integra la realtà virtuale nella ricerca, nella produzione, nell'istruzione e in altre sfere, attirando capitali. Seekers VR, che ha sede a Wenzhou, e possiede una catena in franchising di 200 locali arcade in più di 70 città in tutto il paese, sta collaborando con il governo locale per istituire un college incentrato sull'educazione degli studenti sulla realtà virtuale e sull'uso del tecnologia nelle lezioni. "Dal momento che non esiste un concorrente dominante nel settore VR , possiamo offrire maggiori opportunità", ha dichiarato l'amministratore delegato di Seekers VR, Belle Chen.

Chen Wei ha affermato che l'attesa adozione su larga scala in Cina di reti 5G ultraveloci dovrebbe stimolare lo sviluppo della realtà virtuale e favorire la crescita in settori come l'istruzione e la formazione. "Non esiste un modo migliore della realtà virtuale per imparare queste competenze, e a basso costo", ha detto. "Anche se la realtà virtuale deve ancora essere assimilata dagli utenti per quello che è, un giorno questo settore potrebbe esplodere."

Crediti: www.scmp.com

Letto 3275 volte Ultima modifica il Martedì, 09 Aprile 2019 11:25

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android