in News

Una passione a "scatto fisso": gli scatti su due ruote di Hou Zitong

Di Pubblicato Maggio 29, 2019

Hou Zitong, fotografo venticinquenne di Pechino, ha deciso di incentrare i suoi scatti su un tema di nicchia: le biciclette, o in particolare, le biciclette a scatto fisso.

Le biciclette ‘a scatto fisso’ sono chiamate così per via dell'ingranaggio fisso montato sulla ruota posteriore. Questa configurazione comporta che, a differenza delle bici normali con meccanismo a ruota libera, se le ruote si muovono, anche i pedali si muovono, rendendo impossibile il coasting. Se l’uso di queste bici può essere faticoso, il loro forte appeal sta nella sua semplicità. Con un minor numero di parti mobili, esse sono più leggere e più eleganti delle biciclette tradizionali.

houzitong 1.jpg

Alcuni ciclisti rinunciano anche ai freni, che li rendono liberi di eseguire manovre che altrimenti non sarebbero possibili. (Le biciclette senza freni sono illegali in molte aree, ma nonostante ciò, alcuni appassionati insistono nel sostenere che esse siano sicure). In Cina la popolarità dello scatto fisso (o fixie) è diminuita dal suo picco nel 2013, ma esistono ancora nutriti gruppi di appassionati.

 

Hou ama sia la fotografia che le fixies. Già ai tempi del liceo girava per le strade e immortalava qualsiasi cosa catturasse il suo sguardo. Sorprendentemente, però, l'idea di fotografare le biciclette è arrivata molto tempo dopo.
Nei suoi primi giorni come fotografo freelance, le incertezze finanziarie erano una costante. Durante un mese particolarmente difficile, ha considerato l'impensabile, vendere la sua amata fixie. "Le mie entrate al tempo provenivano tutte dai lavori di fotografia, ma come fotografo freelance le opportunità erano scarse", dice. "Ricordo che avevo solo 300 RMB nel mio conto in banca, e non avevo idea di cosa avrei fatto dopo che fossero esauriti, ma non volevo che la mia famiglia pensasse che la fotografia non fosse una professione praticabile. Quindi ho pensato di vendere la mia bici. Ma volevo conservarne un ricordo, così ho provato a fare delle belle foto al mio mezzo. Si sono rivelati fighissimi, ed è così che per me è iniziato tutto. Alla fine non ho nemmeno dovuto vendere la mia bici. Guardando indietro ora, è difficile anche immaginare che abbia avuto quell’idea. Forse c’è stato una sorta di intervento divino che mi ha guidato."

houzitong 2.jpg

Nonostante le bici a scatto fisso siano un tema di nicchia nel mondo della fotografia sportiva, la decisione di Hou di seguire il suo cuore ha dato i suoi frutti. Negli ultimi anni ha avuto l'opportunità di lavorare con marchi ciclistici in tutto il mondo, tra cui la Nabiis di Taiwan e la spagnola Dos Noventa . Queste opportunità gli hanno dato la possibilità di visitare città che non aveva mai visto prima. "Fotografare le fixie per me è stato una sorta di ponte", dice. "Mi ha permesso di andare in posti diversi e incontrare molti altri ciclisti".

 

L'attenzione per la cultura ciclistica è un segno distintivo del lavoro di Hou, ma ciò che distingue la sua fotografia è il senso di libertà illimitata che viene catturato in ogni scatto. Le sue istantanee di ciclisti che si districano nel traffico e si inerpicano per le ripide colline incapsulano sia l'energia dinamica delle città in movimento sia il brivido di muoversi con il flusso e riflusso di quell'energia. È la stessa energia che assapora ogni volta che sale in bici e la stessa energia che lo appassiona a questo sport da oltre un decennio.

houzitong 3.jpg

"Ti godi la città in modi diversi a seconda di quando giri in bici", dice. "Di giorno, con traffico e pedoni, è come una lotta costante tra te e la città, ma di notte puoi goderti la calma. Senza macchine, sei solo tu, la tua musica e il ritmo della tua pedalata. Ma non importa l'ora del giorno, la cosa migliore delle fixies è il senso di libertà quando si guida. Mi fa sentire come se io fossi la città. Credimi, è qualcosa che tutti dovrebbero provare. "

Letto 1925 volte Ultima modifica il Mercoledì, 29 Maggio 2019 10:21

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android