in News

Le città della Cina sono le più rumorose del mondo

Di Pubblicato Giugno 10, 2019

L'Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha identificato come un problema anche dal punto di vista della salute e ha messo in allerta i cittadini cinesi.

Guidatori che suonano il clacson in fila nel traffico, un sanlunche in contromano che emette la sua musica ripetitiva, i richiami dei venditori ambulanti e una mamma che urla a squarciagola per chiamare un'amica dall'altra parte della strada.

 

Se avete vissuto in Cina, probabilmente avrete visto (o sentito) questo scenario più e più volte. La vita nelle grandi città cinesi può essere eccitante e proficua - ma non certamente tranquilla. I residenti delle città cinesi hanno notato la cosa e hanno deciso di investire i loro soldi in isolamento acustico, rendendolo uno dei settori in più rapida crescita al mondo. 

 

Un recente sondaggio del settore redatto dalla società di ricerche di mercato indipendente Freedonia ha rilevato che la domanda di impianti di isolamento acustico in Cina è salita a 1,5 miliardi di dollari nel 2018, diventando così il secondo mercato nazionale al mondo per valore dietro negli Stati Uniti, con ampi margini di crescita nei prossimi anni.

Hong-Kong-Markets.jpg

Secondo queste recenti rilevazioni, le città cinesi sono state classificate come le più rumorose del mondo. Per quanto riguarda il 2017, in cima all'elenco del Worldwide Hearing Index redatto da Mimi Hearing Technologies c’è Guangzhou, mentre Pechino è al sesto posto. Gli effetti negativi della vita in città così rumorose non comprendono solo sbalzi d'umore e mancanza di sonno: i rapporti scientifici hanno collegato l'inquinamento acustico alla depressione e all'ansia e l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) crede che essa possa "nuocere alla salute e interferire con le attività quotidiane delle persone".

 

Nel 2018 governo cinese ha preso atto e aggiornato le proprie norme sull'inquinamento acustico, dopo che le autorità ambientali hanno riferito che un quarto delle città cinesi soffriva di livelli estremamente elevati di rumore ambientale. Nel frattempo, come notato nel rapporto di Freedonia, gli abitanti delle metropoli del Regno di Mezzo stanno investendo più che mai in spazi abitativi isolati acusticamente, che sono diventati una delle forze trainanti del mercato.

 

Le linee guida dell'OMS segnano 85 decibel come soglia per un'esposizione al suono sicura, sebbene gli standard acustici nazionali lo fissino a 70 decibel durante il giorno e 55 decibel durante la notte per ambienti sensibili al rumore, come scuole e ospedali. Per fare un confronto, un martello pneumatico come quelli in azioni nei cantieri delle città cinesi arriva a circa 100 decibel. A che livello può arrivare la voce di una donna che chiama un’amica dall’altra parte della strada? Non lo sappiamo con precisione, ma viste le tendenze del mercato, per gli abitanti delle città cinesi non le cose non si calmeranno presto.

Letto 1052 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android