in News

La maggioranza dei venditori su Amazon proviene da una città cinese

Di Pubblicato Ottobre 11, 2019

Amazon in Cina ha un mercato pressoché inesistente, surclassata dai venditori online locali come Alibaba e JD.com.

Ma per quanto riguarda i venditori sulla piattaforma di proprietà di Jeff Bezos, qui la Cina gioca un ruolo importante, dal momento che la città da dove provengono la maggior parte dei venditori si trova proprio dentro i confini della Repubblica Popolare.

 

Si tratta di Shenzhen, città d’origine di quasi tutti gli oggetti tecnologici che girano per il mondo, sede di aziende simbolo dello sviluppo tecnologico del dragone: Huawei, Tencent, BYD, DJI, SenseTime.

 

Le province del Guangdong e dello Shanxi rappresentano circa la metà di tutti i venditori cinesi su Amazon. Shenzhen è in testa con il 31,8% delle quote, seguita da Guangzhou al 5,1%, Taiyuan al 3,2% e Luliang al 2,3%, secondo una ricerca di Marketplace Pulse. I dati sono stati analizzati da un campione di 250.000 venditori cinesi provenienti dai mercati di Amazon in tutto il mondo. Sebbene i risultati pubblicati da Marketplace Pulse non specifichino quale percentuale di venditori globali abbia sede a Shenzhen, il loro dominio tra le città cinesi potrebbe benissimo essere un indicatore della loro posizione predominante.

 

download.jpg

 

Sebbene Amazon si sia ufficialmente ritirata dal mercato del gigante asiatico, il numero di venditori cinesi sulla piattaforma di e-commerce continua a crescere costantemente anno dopo anno. Le barriere all'ingresso sono state ridotte con servizi end-to-end come “Fulfillment by Amazon” (FBA), che elimina le spedizioni lente e tiene abitualmente summit che hanno lo scopo di attrarre e formare nuovi venditori. In effetti, il 40% dei best seller su Amazon sono aziende cinesi.

 

Sebbene il volume dei venditori cinesi sia sempre in crescita, questa tendenza potrebbe rallentare a causa della guerra commerciale in corso con gli Stati Uniti. Il South China Morning Post ha riferito il mese scorso che le nuove tariffe hanno iniziato a incidere sui venditori di Amazon. In questo panorama attuale, i venditori devono scegliere tra "ridurre i margini di profitto o trasferire i costi sui consumatori" e nessuna delle due opzioni è quella ideale.

 

Un produttore di pentole con sede nel Guangdong, Winnington Metal, ha registrato un calo delle vendite totali del 10-15% durante questo periodo, come riportato dal SCMP. Runxi, un piccolo venditore di Shenzhen dice che non è troppo preoccupato per le tariffe. "Se il prodotto ha un margine elevato, non è necessario essere troppo preoccupati, basta solo concentrarsi di più sul marketing e sulla selezione dei prodotti", ha dichiarato.

Letto 1784 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android