in News

Libri e poesie messe a disposizione dalla Cina per aiutare i bambini nella quarantena.

Di Pubblicato Marzo 30, 2020

Tra i soggetti che sono penalizzati dall'isolamento ci sono anche i bambini, che a causa della quarantena sono lontani dai loro amici e compagni di scuola e che hanno bisogno di capire la natura dell'epidemia in un linguaggio a loro accessibile.

 

Un appello per rispondere a queste esigenze è partito dai vertici dell'International Board on Books for Young People.

 

L'International Board on Books for Young People (IBBY) è un'organizzazione non governativa con status ufficiale presso UNESCO ed UNICEF presente in molti paesi del mondo, tra cui Cina ed Italia, impegnata fin dalla sua fondazione nel 1953 a promuovere la lettura tra i bambini di tutto il mondo: una delle azioni più note è l'istituzione del Premio Hans Christian Andersen il più alto riconoscimento internazionale per scrittori ed illustratori di libri per l'infanzia.

 

La richiesta a favore dei bambini è stata avanzata dal presidente dell'IBBY Zhang Mingzhou ed è stata ascoltata da numerosi editori, scrittori ed illustratori cinesi, che hanno messo a disposizione delle altre sezioni dell'organizzazione il materiale che avevano prodotto in Cina.

 

China-child-in-quarantine-mask-Adobe-Stock-322909658.jpeg

 

Nei primi mesi dell'anno, quando l'epidemia stava colpendo più duramente il Paese, il Consiglio cinese sui libri per giovani aveva messo in atto delle azioni per sostenere i bambini, ad esempio pubblicando gratuitamente vari libri illustrati digitali per bambini sul COVID-19 sugli account WeChat degli editori aderenti al consiglio.

 

Queste misure erano state elogiate dalla direttrice esecutiva dell'IBBY Liz Page, che in una lettera aveva espresso la vicinanza dell'organizzazione alla Cina.

 

Adesso che l'epidemia si è diffusa in altri Paesi, il Consiglio cinese sui libri sta ricambiando la solidarietà ricevuta traducendo questi libri in altre lingue, in modo che le sezioni di altri paesi dell'IBBY possano diffonderli tra i genitori e così aiutarli a far comprendere l'epidemia ai loro bambini.

 

Analogamente, anche il programma di lettura online attivato in Cina secondo il Consiglio è adattabile ad altri paesi.

 

Il programma consisteva nella condivisione di materiale di lettura in gruppi WeChat, dove poteva essere letto da genitori e bambini e dove i bambini potevano esprimersi l'un l'altro i proprio sentimenti. Inoltre erano previsti interventi di scrittori, invitati a leggere per i bambini, e lezioni per genitori ed insegnanti per imparare come guidare i bambini nella lettura.

 

Il programma ha visto il coinvolgimento di oltre 11.000 bambini e l'impegno di 300 volontari e secondo Zhang Mingzhou è utile oltre che per aiutare i bambini a comprendere gli eventi che vivono anche per stimolare e promuovere il loro interesse per la lettura, con la speranza che diventino lettori e studenti per tutta la vita.

Letto 2812 volte Ultima modifica il Lunedì, 30 Marzo 2020 09:29

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android