L'Hainan Film Festival conferma la sua natura di manifestazione cosmopolita

Di Pubblicato Settembre 18, 2020

Iniziano a circolare le prime notizie sull'allestimento dell'Hainan Film Festival, in programma dal 5 al 12 dicembre.

 

Il festival seguirà gli analoghi appuntamenti di Shanghai e Pechino, ma nelle intenzioni degli organizzatori dovrebbe differenziarsi prevedendo un numero limitato di ospiti dall'estero.

 

Al fine di assicurare la sicurezza le misure di prevenzione delle epidemie saranno implementate, e i visitatori stranieri dovrebbero arrivare ad Hainan tramite canali speciali.

 

c8a9fb0d-eed1-405a-8dfd-1c8172afc9df.jpg

 

Pur non nascondendo le difficoltà legate alla situazione sanitaria, gli organizzatori intendono rilanciare il festival.

 

Il capo selettore Roger Garcia sta programmando 100 film, contro i 130 del 2019, che dovrebbero essere sufficienti per lanciare per la prima volta una sezione di concorso. Ci saranno tre categorie, lungometraggi, documentari e cortometraggi, ciascuna con i consueti premi (miglior film, miglior contributo artistico, miglior attore ed attrice, miglior regista).

 

Gli organizzatori si aspettano un pubblico prevalentemente locale o comunque proveniente da altre zone della Cina, che sarà ospitato nei multiplex commerciali cinesi: al momento le restrizioni post-COVID consentono una vendita dei biglietti pari al 50% della capienza, ma Garcia punta ad un 75% al momento dell'apertura del festival.

 

La selezione dei titoli comprenderà film popolari e d'autore, che coprano la filmografia giapponese, cinese, del sud'est asiatico ed occidentale; il riscontro dei distributori europei è stato buono, soprattutto da parte di quelli che hanno partecipato all'edizione precedente.

 

8479fcd7f392023bfcef37b7.jpg

 

La decisione di aprire agli ospiti stranieri e la selezione internazionale dei film confermano la vocazione cosmopolita del Festival di Hainan e del territorio in generale.

 

Hainan rappresenta un'eccezione all'interno della Repubblica Popolare cinese, ed il governo di Pechino punta a fare di Hainan un'isola di libero scambio entro il 2020 e un porto di libero scambio entro il 2025, incentivando il trasferimento di società cinesi e straniere sul territorio.

Letto 2308 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android