La Festa di Chongyang

Di Pubblicato Ottobre 23, 2020

La Festa di Chongyang, o Festa del Doppio Nove, cade il nono giorno del nono mese del calendario lunare, che quest'anno è il 25 ottobre.

 

È una data particolarmente propizia perché sia il giorno che il mese sono caratterizzati dal numero 9 che secondo la numerologia cinese è un numero yang e fortunato.

 

yin yang.jpg

 

La numerologia cinese divide i numeri in yin, negativi, e yang, positivi, e la maggiore o minore fortuna della giornata dipende dalla combinazione di elementi yin e yang: nel nono giorno del nono mese entrambi gli elementi sono yang, come sta ad indicare il nome cinese che significa appunto doppio yang, ed è perciò ovviamente una data molto propizia.

 

Esistono alcune tradizioni da rispettare in questa data, come arrampicarsi sulle montagne, bere vino di crisantemo e mangiare una torta tipica, e tutte si spiegano con la leggenda che racconta le origini della festa.

 

maxresdefault (2).jpg

 

Il racconto parla di un demone che infestava un fiume infliggendo epidemie e pestilenze alle popolazioni dei villaggi vicini. Un uomo di nome Hengjing decise di uccidere il flagello e si recò perciò da un immortale. Questi gli donò una spada e gli disse di salire sulla sommità di una montagna il nono giorno del nono mese, insieme con gli abitanti del suo villaggio, ciascuno portando una foglia di sanguinella ed una coppa di vino di crisantemo.

 

Il giorno indicato il demone uscì dal fiume, rimanendo così stordito dall'odore del vino e delle foglie da poter essere abbattuto facilmente dai colpi della spada di Hengjing.

 

Da allora i cinesi credono che salire su luoghi elevati il nono giorno del nono mese allontani sventure e malattie, e hanno la tradizione di bere vino di crisantemo, ottenuto distillando i petali del fiore, accompagnandolo con la Chongyang Cake, una torta la cui ricetta cambia da regione a regione, ma prevede farina di riso, pasta di fagioli rossi, noci, mandorle e giuggiole.

 

sdfa1 .jpg

 

Dal 1989 la Festa di Chongyang è diventato il "Giorno degli anziani", una giornata da dedicare ai più anziani. Il motivo è che la parola "nove" in cinese è omofona con la parola "duraturo", e perciò al numero viene associato il significato di longevità: e quale migliore augurio è possibile fare ai nostri anziani, se non di stare con noi a lungo?

Letto 2501 volte Ultima modifica il Venerdì, 23 Ottobre 2020 10:08

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android