“Over the Moon” di Netflix reinterpreta con successo la cultura cinese

Di Pubblicato Ottobre 27, 2020

È uscita da poco su Netflix “Over the Moon” l'animazione coprodotta dalla stessa Netflix e da Pearl Studio che ha già conquistato pubblico e critica per la sapienza con cui reinterpreta la cultura cinese.

 

Al centro della storia c'è infatti Chang'e, la Dea della Luna la cui leggenda ha ispirato le tradizioni del Mid-Autumn Festival, che è amatissima dai cinesi e da Fei Fei, la dodicenne protagonista dell'animazione. Per realizzare il suo sogno di incontrare la dea, Fei Fei decide di costruire un razzo e volare sulla Luna.

 

over-the-moon-cover-2-5f6b12b220712_2f5s.jpg

 

La storia, a metà tra la fiaba e la fantascienza, poteva facilmente urtare la sensibilità degli spettatori cinesi, ma così non è stato ed è uscito un prodotto che celebra la cultura cinese in modo ottimo.

Il merito è di Glen Keane, un veterano nel settore dell'animazione, che dopo aver lavorato in produzioni Disney come “La sirenetta” o “Aladdin” debutta adesso alla regia.

 

Keane ha detto di essere stato consapevole delle aspettative nel raccontare questo tipo di storia, e di avere curato i minimi dettagli per rendere la storia autentica dal punto di vista culturale.

 

I suoi sforzi hanno pagato: tutti i critici sono unanimi nel definire “Over the Moon” il prodotto straniero che meglio celebra la culture cinese, individuando come unica pecca una forte influenza dello stile disneyano, riconoscibile nell'abbondanza di compagni animali, nelle canzoni originali e nel tema del dolore che percorre la storia.

 

Trailer:

 

Letto 1401 volte Ultima modifica il Martedì, 27 Ottobre 2020 15:21

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android