in News

Demolire per ricostruire: Shanghai ispira la Cina

Di Pubblicato Dicembre 03, 2020

Demolire per ricostruire nello stesso luogo: è così che il governo di Shanghai vuole rinnovare il quartiere di Pengpu.

 

La politica di demolire per ricostruire nello stesso luogo non è nuova in Cina. È piuttosto comune che i residenti siano invitati a trasferirsi altrove mentre le loro case vengono abbattute per essere sostituite da altre moderne, dietro ad un compenso economico ed alla promessa di un appartamento nei nuovi edifici; tuttavia il caso di Pengpu è particolare.

 

937.jpg

 

Non era infatti mai capitato che questo metodo fosse applicato su una scala così ampia, e in molti si stanno chiedendo se sarà replicabile in analoghe situazioni.

 

Il villaggio operaio di Pengpu è sorto negli anni '50, quando l'area è stata oggetto di un processo di urbanizzazione che ha visto fabbriche ed appartamenti sostituire i terreni agricoli di quella che era periferia cittadina. Il progetto prevedeva la costruzione di una zona residenziale accanto alle fabbriche. Gli edifici del villaggio erano composti da quattro a sei piani senza ascensore e con bagni e cucine in comune. Ciascun appartamento era di 20-40 metri quadri, e poterne occupare uno era segno di prestigio: inizialmente le case erano destinate agli operai che si erano distinti per la loro attività.

 

Il quartiere ha perso attrattiva negli anni '90, quando l'apertura del mercato immobiliare ha dato la possibilità di abitare in case più ampie dotate di bagni e cucine indipendenti e collocate in edifici con ascensori. Allora chi ha potuto ha lasciato Pengpu per trasferirsi altrove.

 

939.jpg

 

Il governo di Shanghai ha ideato un progetto di ristrutturazione nel 2005. Il piano prevedeva la riorganizzazione degli spazi per creare bagni e cucine private e l'installazione di ascensori esterni, ma la soluzione si è rivelata insoddisfacente. Era impossibile accontentare le esigenze di tutte le famiglie.

 

La nuova proposta è dunque quella di abbattere i 40 edifici del villaggio per sostituirli con 17 grattacieli dotati di ascensori, garage sotterranei e centri per attività in comune. Le famiglie potranno rientrare in un appartamento più grande dotato di bagno, cucina, e balconi, oltre a ricevere un sussidio mensile per coprire l'affitto durante gli anni in cui Pengpu sarà ricostruito.

 

935.jpg

 

La proposta non ha convinto i residenti più anziani, che non vedono bene dover lasciare la casa in cui sono invecchiati. Tuttavia sono in molti a vedere in demolire per ricostruire nello stesso luogo la politica migliore per intervenire su quartieri fatiscenti, e guardano all'azione di Shanghai come ad un modello da esportare in altre zone. A distanza di anni, il villaggio operaio di Pengpu si conferma un modello per la Cina.

Letto 5385 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android