in News

All’ombra della Muraglia - Great Wall Run Festival

Di Pubblicato Maggio 30, 2017

Non eravamo molto sicuri all'inizio. Quei 680 yuan ci sembravano troppi, perché quando vivi in Cina e ti abitui al pasto in mensa a 7 yuan una patinata avarizia si impossessa della tua mente senza troppo preavviso. Poi per fortuna la prospettiva dell'irripetibilità dell'esperienza ha preso il sopravvento e questi 90 euro hanno preso il volo. Perché? Perché non si può rinunciare ad un festival sulla Grande Muraglia, soprattutto se il programma della giornata è corredato da cinque chilometri di maratona sotto il sole cocente di mezzogiorno, orario perfetto per una sana corsetta.

Eccoci allora pronti, 20 maggio, Gubei Water Town, Great Wall Run Festival. 

E dal momento che la filosofia dell'"o per bene o per niente" finisce sempre per prevalere, decidiamo che il bus navetta non fa per noi e affittiamo un minivan sette posti che ai 140 chilometri orari shakera come il barman mentre prepara un sex on the beach. In più, considerata la portata culturale della gita, optiamo per prolungare il nostro soggiorno alla Gubei Water Town, caratteristico quanto falsissimo villaggio ai piedi del tratto di muraglia Simatai, prenotando una doppia in un hotel a cinque stelle, doppia che come per magia diventa una sestupla solo per l'occasione. Lo squadrone infatti conta sei persone, alto livello di promiscuità razziale e sessuale, stessa voglia di divertirsi.

18817974 10212039306125255 1678306403 o

Per evitare di rimanere intrappolati per ore nella nevrosi del traffico di inizio weekend, fissiamo la partenza per le 7:30, cassa stereo alla mano, playlist "on the road" e dito da selfie pronto all'azione. Il nostro amico alla guida dimostra fortunatamente ottime doti da pilota e il paesaggio intorno a noi lungo il percorso ci sorprende positivamente, aiutato da un cielo incredibilmente azzurro. Dopo un furtivo check in nel sopracitato hotel e una colazione capitalista all'onnipresente Starbucks, ha inizio la parte più dolorosa della giornata, dove le chances di morte sul campo crescono di un buon sessanta percento: la maratona sulla grande muraglia, che molto ha in comune con la scalata del Mortirolo al Giro d’Italia. I maldestri tentativi di corsa si esauriscono allo scattare del decimo metro e il nostro passo inizia presto a somigliare a quello di un elefante prossimo ad esalare l’ultimo respiro. Inspiegabilmente raggiungiamo l’agognata meta, conquistiamo la sudata medaglia e ci scateniamo in una serie di scatti da campioni olimpici, perfettamente consapevoli della meraviglia in cui ci troviamo immersi.

18789626 10212039306445263 512789259 o

Dopo un meritato pasto, ha finalmente inizio il momento clou dell’evento: Ben Klock, Fritz Kalkbrenner e Oliver Heldens sul palco, uno dopo l’altro, a far ballare migliaia di ragazzi avidi di divertimento. Ma è solo quando il sole inizia a calare, l’arena teatro del festival si scalda al ritmo elettronico di Fritz Kalkbrenner e i primi cocktail iniziano a fare effetto che ognuno di noi realizza finalmente ciò che sta vivendo: un concerto all’ombra della Grande Muraglia, nel cuore della Cina, contornato da coloro che otto mesi fa erano perfetti sconosciuti ed ora sono semplicemente le persone di cui non potrebbe mai fare a meno nell’affrontare le proprie sfide quotidiane.
Io non avrei mai potuto chiedere di meglio.

18789018 10212039319485589 1776751658 o

Letto 9232 volte Ultima modifica il Martedì, 30 Maggio 2017 15:26

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android