in News

Perché la Cina attrae skaters da tutto il mondo

Di Pubblicato Febbraio 22, 2021

I primi video che riprendono le esibizioni di skaters in Cina iniziano a girare nel 2007, attirando l'attenzione crescente degli appassionati di tutto il mondo. In 15 anni la Cina è diventata meta del turismo internazionale degli amanti dello skateboard, dando vita ad un flusso continuo frenato solo dalla pandemia.

 

 

 

 

I video girati in Cina iniziano a diffondersi in un momento propizio. La normalizzazione dei rapporti commerciali tra USA e Cina, iniziata nel 2000, rende più facile spostarsi tra i due paesi, e la Cina diventa un'alternativa valida per le aziende statunitensi colpite dalla crisi della “economia dello skateboard”.

L'economia dello skateboard ha regole precise. Le aziende sponsorizzano gli skaters in cambio di filmati delle loro esibizioni. Intorno al 2010 la crescita di popolarità dello sport aveva fatto aumentare la richiesta di filmati, e al tempo stesso si registrava la diffidenza dei marchi nei confronti degli skaters, accusati di danneggiare le proprietà privata o di farsi male facendo successivamente causa alle aziende.

È in questo clima che le megalopoli cinesi diventano lo scenario perfetto per gli skaters, attirando l'attenzione dall'estero.

 

sk2.jpg

 

Sam Smyth è stato uno dei primi ad atterrare in Cina. Team manager del brand di footwear Lakai, nel 2006 ha organizzato un tour di riprese che sono poi confluite in Fully Flared il primo video integrale della Lakai.

Il video presenta clip girate in luoghi come il Museo di Shenzhen e spiega perché la Cina sia stata vista dai marchi come il paradiso. Gli skaters compiono vere acrobazie sulle scale del museo senza essere disturbati o cacciati dalle guardie di sicurezza, godendo anzi dell'ammirazione della popolazione locale accalcata per vederli.

 

sk3.jpg

 

Oggi la situazione è diversa, ed i guardiani del museo allontanerebbero gli skaters; tuttavia le metropoli cinesi offrono ancora spazi per le acrobazie. Sono luoghi perfetti dove si riuniscono i talenti cinesi, membri di una comunità fiorente cresciuta negli anni. L'economia dello skateboard ha infatti preso piede anche in Cina, e le aziende stanno sponsorizzando gli skaters locali, che possono tra l'altro godere del generale riconoscimento che lo skate sta avendo a livello mondiale.

 

sk1.jpg

 

Lo skateboard sarà disciplina ufficiale alle Olimpiadi di Tokyo del 2021. Sebbene sia presto per aspettarsi una medaglia cinese, le premesse ci sono: il governo ha investito in infrastrutture e scuole di skate stanno aprendo il tutto paese, selezionando i migliori talenti locali.

Letto 7798 volte Ultima modifica il Lunedì, 22 Febbraio 2021 09:26

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android