in News

Il costo ecologico della pandemia in Cina

Di Pubblicato Marzo 18, 2021

Gli sforzi per realizzare uno stile di vita sostenibile erano all'ordine del giorno della politica di Pechino prima della pandemia. La diffusione del coronavirus ha interrotto questa azione, aggravando anzi il problema ecologico con l'aumento dei rifiuti prodotti giornalmente.

 

 

Di fronte alla crescita dei casi di Covid-19 nei primi mesi del 2020 il governo cinese ha operato in due direzioni, limitando gli spostamenti dei cittadini, ed emanando norme più stringenti per regolare le consegne a domicilio, un servizio che ha avuto una enorme crescita nei mesi di blocco.

Le piattaforme online hanno introdotto politiche incentrate sulla prevenzione delle infezioni, come la lettura della temperatura e l'obbligo di dispositivi di protezione individuale per il personale, intervenendo inoltre sul lato cliente con l'aumento degli strati di imballaggio della merce.

 

costo-ecologico-1.jpg

 

Questo sforzo ha portato a buoni risultati nel controllo della malattia, ma ha avuto una ricaduta ambientale. Uno studio pubblicato a settembre 2020 ha evidenziato che nei mesi più duri della pandemia la Cina ha consumato quasi un milione di maschere facciali al giorno, ed ha prodotto 333 tonnellate di rifiuti sanitari (camici, stivali, maschere e occhiali protettivi) al giorno.

Da parte loro i servizi di consegna a domicilio hanno usato in media 3,27 container per ordine, e nell'agosto 2020 uno dei più grandi servizi di consegna di pasti al mondo Meituan Dianping ha riferito di aver ricevuto circa 40 milioni di ordini al giorno, producendo una quantità di rifiuti difficile anche da comprendere.

 

costo-ecologico-2-ok.jpg

 

Di fronte a questi numeri, la questione ecologica si è riproposta con forza, ed ora che la situazione sanitaria sta migliorando è tornata al centro del discorso pubblico e privato.

Pechino ha infatti ripreso le azioni orientate alla riduzione dei rifiuti, introducendo il divieto dell'uso di sacchetti di plastica nei supermercati e nei rivenditori delle più grandi città del paese, e soprattutto è cambiato il sentimento della popolazione.

 

costo-ecologico-3.jpeg

 

Molti cinesi si stanno rendendo conto che prodotti usa-e-getta, come i sacchetti di plastica o i dispositivi di protezione individuale, non sono eco compatibili e stanno orientandosi verso una stile di vita a rifiuti zero, accogliendo di buon grado gli interventi del governo in merito.

Letto 1990 volte Ultima modifica il Giovedì, 18 Marzo 2021 08:48

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android