in News

La rivoluzione positiva della “didattica a distanza” in Cina

Di Pubblicato Settembre 15, 2021

Nel corso degli anni, le piattaforme di video online del paese come Bilibili, Little Red Book e Douyin - la versione cinese di TikTok - sono diventate aule virtuali in cui individui con competenze diverse condividono le conoscenze con i loro seguaci. Le lezioni coprono qualsiasi argomento, dal mainstream a quello di nicchia, come le lezioni online del professore di sociologia Shen Yifei sull'amore e le relazioni, o l'avvincente presentazione dell'esame giudiziario nazionale del celebre professore di diritto penale Luo Xiang.

 

 

Con l'esplosione degli utenti di Internet e dello streaming online - la Cina ha 1 miliardo di utenti di video mobili attivi che guardano in media quattro ore di video al giorno – è diventata fondamentale sia per le piattaforme video che per i creatori di contenuti una fetta di utenti prima trascurata.

Secondo un rapporto del 2020 pubblicato dalla società di ricerca Analysys, si stima che il 47% degli utenti che guardano contenuti basati sulla conoscenza abbia un'età compresa tra i 24 e i 30 anni, ed anche i dati di alcune delle principali piattaforme video del paese attestano questa tendenza.

 

3-teacher.jpg

 

All'inizio di quest'anno, il CEO di Bilibili Chen Rui ha affermato che i contenuti basati sulla conoscenza sono diventati la categoria in più rapida crescita nella piattaforma, rappresentando il 45% dell'intero contenuto. Secondo la società il sito di streaming, ampiamente noto per i contenuti di animazione, fumetti e giochi, ospita ora quasi 1.000 professori e ricercatori delle università cinesi.

Secondo gli esperti, i contenuti basati sulla conoscenza avranno una maggiore diffusione nel prossimo futuro, perché sarà più facile per le piattaforme commercializzarli, ed in termini generali allineare questi contenuti ai valori della società o assumersi una maggiore responsabilità sociale.

 

149 (1).jpg

 

Tuttavia, nonostante la crescente popolarità e le ricompense finanziarie, la creazione di tali video e la fidelizzazione del pubblico sono una "grande sfida" per gli insegnanti. È infatti difficile pubblicare contenuti interessanti, informativi e rivolti a una vasta gamma di follower con interessi diversi.

Piattaforme video come Douyin e Kuaishou, note per i loro brevi video, stanno già affrontando limitazioni a causa dell'apparente diminuzione della capacità di attenzione dei loro utenti. Per contrastare questo, entrambi si sono avventurati in uno dei formati più redditizi per attirare il loro pubblico: il live streaming.

 

5-teacher.jpg

 

Come parte della sua campagna di ritorno a scuola dal 2 al 14 settembre, Douyin ha programmato una serie di livestream che collegano gli studiosi con gli spettatori. Ogni sessione, della durata di circa 100 minuti, ha visto un accademico discutere la propria area di competenza: che si tratti di letteratura, astronomia o design industriale.

Oltre alle conferenze pubbliche Douyin ha lanciato nuovi canali di live streaming su scienza, scienze umane e finanza. Con questi nuovi strumenti la società spera di realizzare il suo obiettivo: che i livestream con gli studiosi diventino la nuova normalità per gli utenti.

Letto 1308 volte Ultima modifica il Martedì, 14 Settembre 2021 12:08

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android