in News

Abitare in Cina accorcia la vita di 4 anni?

Di Pubblicato Ottobre 03, 2017

La Cina ha la peggiore situazione di inquinamento del mondo, ma fino a che punto?

Un nuovo allarmante studio rivela che la scarsa qualità dell'aria del paese del dragone sta accorciando la vita delle persone – di tre anni e mezzo in media, per essere esatti.

La media è ancora più alta nelle città nordorientali della Cina - che sono sottoposte a tassi altissimi di inquinamento, in particolare in inverno - con Tianjin prima di questa triste classifica: i suoi abitanti vivono in media 7,1 anni in meno. Ecco come lo smog killer cinese ha influenzato l'aspettativa di vita media nelle 50 prefetture più popolate del paese, dallo studio condotto dall'Istituto per la politica energetica dell'Università di Chicago:

smog 1

smog 2

smog 3

L'analisi ha calcolato quanto l’aspettativa di vita aumenterebbe in tutto il mondo se i paesi raggiungessero i requisiti fissati dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per la qualità dell'aria. Il rapporto stima che 4,5 miliardi di persone in tutto il mondo respirano aria contenente livelli di particelle molto superiori ai limiti di sicurezza dell'OMS. Ecco come i dati appaiono globalmente; le aree più scure sulla mappa rappresentano luoghi con una maggior diminuzione dell'aspettativa di vita media stimata:

smog 4

Questi particolati, PM10 e PM2.5, sono per lo più prodotti dal consumo di carburante, con automobili, centrali elettriche a carbone e impianti di combustione dei rifiuti tra i maggiori responsabili. Gli inquinanti PM2.5 rappresentano il rischio più grande per la salute poiché i loro particolati incredibilmente piccoli entrano nei polmoni e, infine, nel flusso sanguigno. Ciò significa che essi rappresentano un rischio non solo per le vie respiratorie, ma anche per le malattie cardiovascolari. Tra queste patologie ictus, malattie polmonari e malattie cardiache ischemiche.

Uno studio indipendente rilasciato dal Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) ha anche rivelato come l'approccio della Cina verso il riscaldamento a carbone in inverno influenza la vita in tutto il paese. Lo studio ha rivelato che la "politica del fiume Huai", destinata a fornire il riscaldamento a carbone gratuito a tutte le città a nord della linea di divisione tra la Cina settentrionale e meridionale, fa sì che le persone della Cina settentrionale abbiano aspettative di vita di 3,1 anni più bassi rispetto alle persone del sud.

Pechino si è impegnata a ridurre l'inquinamento nella capitale del 15 per cento questo inverno, con un divieto ai cantieri che dovrebbe entrare in vigore da novembre fino a marzo dell'anno prossimo. Nonostante tutto, le previsioni per l’inquinamento per il prossimo inverno sono peggiori rispetto all’anno passato.

Letto 1988 volte
Joomla SEF URLs by Artio

Contattaci

Via Cavour, 56
Prato, PO 59100
ITALY
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android