"Come trasferire denaro dalla mia mente alla mia banca?" È uno dei mega libri che legge @womanwithbooks, la bookstagrammer di Singapore che con le sue foto sta facendo impazzire la rete.

@womanwithbooks è una utente di Instagram che voleva diffondere l'allegria. Si è perciò fatta ispirare dalle conversazioni che sentiva per la strada per creare dei mega libri dai titoli insoliti.

 

bookstagrammer-1.jpg

 


Le foto dove legge in metropolitana il manuale per trasferire il denaro dalla mente alla banca, o la guida su come nascondere la propria follia sono piaciute ai netizen, che hanno fatto diventare le immagini virali e aumentare la popolarità del profilo della bookstagrammer.

Non sono mancate le critiche. Soprattutto gli uomini hanno attaccato il titolo “come trovare un marito ricco e pazzo” senza tuttavia preoccupare @womanwithbooks: le sue foto infatti non sono una protesta, ma scatti che scherzano sui luoghi comuni per divertire.

Shein è un rivenditore di fast fashion fondato a Nanchino, nella Cina Orientale, nel 2008 che si propone di viziare il pubblico con un'ampia offerta di abiti di tendenza a prezzi stracciati.

 

Secondo i dirigenti della società quello che indossiamo riflette la nostra personalità e tutti dobbiamo avere la possibilità di combinare gli abiti secondo i nostri gusti: per questa ragione, il sito pubblica quotidianamente 500 nuovi abiti, e offre suggerimenti di moda sul proprio account Instagram, condividendo le foto di influencer con indosso gli abiti della marca.

 

Pur non gestendo negozi fisici, quanto piuttosto spazi pop-up in diverse città, il rivenditore spedisce in tutto il mondo, con particolare attenzione per il mercato di Stati Uniti, Europa, Australia e Medio Oriente.

 

4730f91b929df07096b1da9cd68185662847710.jpg

 

Le sue scelte di marketing sembrano essere premiate: nell'ultimo sondaggio condotto tra gli adolescenti statunitensi Shein è risultato la piattaforma più conosciuta subito dopo Amazon, che resta imbattibile, superando importanti attori come Nike, PacSun e Urban Outfitters.

Inoltre, il campione ha dichiarato di preferire gli abiti del marchio a quelli di PacSun e Lululemon.

 

5380de48-09c8-11eb-afc8-92e0da0ef1c3_972x_192357.jpg

 

Il successo di Shein è confermato dal grande seguito sui social, Instagram in particolare, dove ha quasi 14 milioni di follower; tuttavia ciò non lo ha salvato da scelte che si sono rivelate sbagliate e controverse.

 

Lo scorso luglio ha messo in vendita un ciondolo con una svastica, suscitando le reazioni indignate per i richiami con il nazismo. Pur spiegando che il simbolo appartiene alla cultura buddhista, dove rappresenta spiritualità e buona fortuna, e che il design era diverso da quello adottato da Hitler, il sito ha rimosso l'oggetto, scusandosi per non essere stati attento al significato che quel simbolo ha nel mondo.

 

4d651c72-09c8-11eb-afc8-92e0da0ef1c3_image_hires_192357.jpg

 

Questo incidente era stato preceduto pochi giorni prima da un altro. Shein aveva messo in vendita tappetini da preghiera islamici proponendoli come tappeti decorativi: dopo la segnalazione su Twitter della influencer di moda ed attivista Nabela Noor, il prodotto è stato rimosso e la piattaforma si è scusata per quella che il rivenditore ha definito una "svista altamente offensiva".

Cresciuta a Tianjin in Cina, Jessica Wang è nota nel mondo dei social media come fashion blogger, con una base di oltre 920.000 follower su Instagram.

 

Dopo aver lavorato per anni nel settore finanziario, ha abbandonato questa carriera per perseguire la sua passione e lavorare nel mondo della moda. Ha collaborato con marchi come Michael Kors e Stuart Weitzman ed ha prodotto contenuti per il suo blog “Not Jess Fashion”, scattando foto che la riprendevano in luoghi invidiabili in giro per il mondo.

 

3c4002a6-e1e9-11ea-8e8d-92e5de2d33e5_972x_113730.jpg

 

Quando a marzo è rimasta bloccata a New York Jessica non si è persa d'animo, ed ha continuato a creare contenuti di moda per i follower, mostrandosi vestita di tutto punto anche se non poteva uscire da casa, ed invitando i suoi fan a fare lo stesso e a non abbattersi.

 

Tuttavia la vera sorpresa è stata la accoglienza che ha ricevuto il suo post su TikTok dove parlava degli hack su Iphone, che è diventato presto virale ed ha aperto alla blogger un mondo inesplorato.

 

4f19a67a-e1e9-11ea-8e8d-92e5de2d33e5_972x_113730.jpg

 

Da allora Jessica Wang ha aggiunto ai video sulla moda numerosi altri di argomento tecnologico, spaziando dalle scorciatoie di fotoritocco a piccoli trucchi per Iphone che la maggior parte delle persone ignora.

 

Stando a casa, Jessica ha condiviso con i fan una dimensione familiare: non solo ha condiviso i suoi interessi come la tecnologia, trovando il riscontro di un pubblico nuovo e come lei appassionato, ma ha coinvolto maggiormente le due figlie.

 

58944318-e1e9-11ea-8e8d-92e5de2d33e5_972x_113730.jpg

 

Le bambine hanno assunto un ruolo sempre più da protagoniste, imitando la madre e fingendo davanti alla telecamera di essere influencer, e poco alla volta hanno fatto breccia nel cuore dei fan, che se non le vedono per un paio di giorni si rivolgono alla madre per informarsi su cosa fanno.

 

È innegabile: la pandemia di coronavirus ha sorpreso tutti ed ha costretto tutti ad adattarsi ad una situazione nuova ed imprevedibile. Anche gli influencer hanno subito le trasformazioni dovute al coronavirus, ma con differenze significative tra le aree geografiche.

 

Gli influencer cinesi, infatti, hanno retto meglio rispetto a quelli occidentali perché sono stati avvantaggiati dalle particolari caratteristiche dei social media del paese.

 

La Cina ha costantemente investito in infrastrutture di e-commerce con il risultato che per un utente cinese è assolutamente naturale acquistare passando attraverso le piattaforme social come WeChat, Weibo o il Piccolo Libro Rosso (Xiaohongshu), a differenza di quanto accade in Occidente, dove, per fare l'esempio di Instagram, non ci sono link esterni al social (ad eccezione dei link in bio), e di conseguenza il tasso di conversione resta basso.

 

inflc 1.jpg

 

Gli influencer occidentali, inoltre, non hanno ancora avuto un vero accesso alla cultura video, dal momento che è relativamente da poco che stanno diffondendosi TikTok e gli Instagram Reels, e perciò non hanno potuto sviluppare una persona reale online.

 

La infrastruttura di content-to-commerce cinese invece ha creato un'esperienza senza soluzione di continuità per i consumatori, per i quali è normale vedere un collegamento “acquista ora” durante un live streaming, e questo ha influito sui modelli di business degli influencer cinesi.

 

Infine gli influencer occidentali subiscono molte più pressioni per fingere di non essere nel business del commercio di marchi, e perciò adottano comportamenti come pubblicare quasi cinque immagini indipendenti per ciascuna sponsorizzata.

 

inflc 2.jpg

 

La situazione sta tuttavia cambiando.

 

Secondo le ultime rilevazioni, gli influencer stanno progressivamente aumentando il numero di follower, anche in seguito ad un loro maggiore coinvolgimento nell'attivismo politico e sociale: un fenomeno che si è sviluppato prevalentemente negli Stati Uniti, come abbiamo potuto vedere in relazione al movimento Black Lives Matter, e che probabilmente crescerà nei prossimi mesi avvicinandosi alla data delle elezioni presidenziali.

 

Pagina 1 di 2

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android