Da oggi al 30 marzo, formazione in videoconferenza con il personale sanitario di tutte le aziende toscane

Incontro cordiale all’insegna dell’amicizia, quello tra la vicepresidente della Commissione II e consigliera regionale (PD) Ilaria Bugetti, e i rappresentanti di tre associazioni di cittadini cinesi che hanno la loro sede a Prato, per sottolineare l’impegno di tanti cinesi residenti in Toscana che durante il capodanno cinese hanno portato soccorso e aiuti di prima necessità, oltre a migliaia di mascherine, nelle aree della Cina colpite dal coronavirus e che sono poi rientrati in Italia, dove hanno svolto la quarantena volontaria. Si tratta dell’Associazione Generale Ramuion Italia, presieduta da Luca Zhou Long, dell’Associazione Giovani Imprenditori Europei, rappresentata dal vicepresidente Flavio Hu e dell’Associazione Impresa Fujianese in Italia, presieduta da Lai Yong Rong. All’incontro hanno partecipato anche il segretario di Ramunion Italia Luigi Xienong Yu, insieme a Fracensco Rotunno e Alberto Gaiffi, entrambi membri di Ramunion.

 

“Desidero sottolineare – ha affermato la consigliera ragionale Ilaria Bugetti – la prova di serietà che la comunità cinese ha dimostrato a Prato durante le prime fasi dell’emergenza coronavirus, ricorrendo diffusamente alla quarantena volontaria, che per fortuna al momento non ha portato ad alcun caso di Covid-19 non solo all’interno della comunità ma più in generale sul nostro territorio. E credo si debba un plauso a quanti, membri di queste associazioni, si sono adoperati nella madrepatria durante il capodanno cinese per portare aiuti alle popolazioni principalmente colpite. Ho avuto un proficuo scambio di corrispondenza con il Console Generale Wang Wengang e desidero condannare ogni gesto o forma di razzismo contro la comunità”.

 

Da parte sua Luca Zhou Long, presidente Ramuion Italia, ha ringraziato la consigliera Bugetti, alla quale ha donato un libro sulle principali attività in campo sociale e culturale dell’associazione nazionale che ha sede a Prato: “Siamo e ci sentiamo parte integrante della comunità italiana e pratese – ha chiosato Zhou Long – e siamo certi che un proficuo spirito di collaborazione, a tutti i livelli, unito alle norme comportamentali da seguire individualmente, sia il miglior antidoto non solo contro il virus ma anche e soprattutto contro i suoi effetti nefasti, sia in campo economico sia per certe degenerazioni razziste che auspichiamo siano stati episodi isolati”.

A seguito dell’inchiesta denominata Golden Wood della Guardia di Finanza di Prato, la consigliera regionale Ilaria Bugetti, dichiara quanto segue:

“L’inchiesta della procura che ha arrestato 12 persone con l’accusa di riciclare il denaro della Mafia ci dice che il nostro territorio non è purtroppo immune da infiltrazioni della criminalità organizzata, sia italiana sia straniera. Il doveroso plauso al lavoro dei magistrati e delle forze dell’ordine, per la brillante operazione non deve far dimenticare che la battaglia contro le mafie si vince anzitutto dentro la società civile, attraverso la promozione della cultura della legalità. A tutti i livelli, compreso quello della politica e dell’amministrazione. Va inoltre ascoltato il grido d’allarme dei sindacati che da tempo denunciano le carenze di personale al Tribunale di Prato, perché è evidente che senza organici adeguati la lotta contro la criminalità organizzata diventa impervia. Come consigliera Regionale del PD, un partito da sempre impegnato in prima linea nella lotta contro le Mafie, mi impegno a promuovere ancor più di quanto non ristia facendo il lavoro delle istituzioni su questo terreno”.

“La Toscana è una terra aperta ed accogliente. L’antica amicizia con il popolo cinese continua e crescerà anche in momenti non facili come questo. Siamo loro vicini, convinti che situazioni di crisi globali come questa si superino con la collaborazione e i nervi saldi da parte di tutti. Ai tantissimi cinesi innamorati della nostra regione auguro di potervi tornare al più presto. Anche nell’auspicio che si torni quanto prima a condizioni di normalità sotto ogni profilo, non solo quello sanitario, e tornare così a condividere idee e progetti come abbiamo iniziato proficuamente a fare nell’interesse dei nostri due Paesi”.

 

Così l’assessore regionale alle attività produttive e turismo Stefano Ciuoffo lancia un messaggio di vicinanza alla comunità cinese che, secondo l'ultimo rapporto Irpet sul turismo presentato a giugno 2019 e riferito ai flussi 2018, ha aumentato del 7% in un anno (2018 rispetto al 2017) le presenze in Toscana ed è uno dei paesi con il saldo più positivo (secondo solo all'India, +357%) con il suo +302% dal 2007 al 2018.

 

“Lavoriamo con la Cina da molto tempo - afferma il direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo - e a maggior ragione in questo contesto intendiamo intensificare e rendere più solidi i nostri rapporti di collaborazione, già avviati con numerose partnership che ci permettono uno scambio continuo e proficuo di attività e una intensa cooperazione culturale. Un momento difficile che supereremo insieme anche sul fronte dello scenario che potrebbe aprirsi in ambito turistico. Al popolo cinese inviamo la nostra vicinanza poiché la nostra regione è e resta un territorio inclusivo e solidale”.

Pagina 1 di 2

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android