La passione per la bellezza non ha età. Lo sanno gli scienziati cinesi che hanno scoperto cosmetici in un barattolo di bronzo di 2.700 anni fa.

Il barattolo è stato scoperto nel 2017 all'interno di una tomba rinvenuta nel sito archeologico di Liujiawa nella contea di Chengcheng nella provincia nord-occidentale dello Shaanxi.

 

cosmetici-due.jpg

 

Il sepolcro apparteneva ad un nobile vissuto nel periodo delle primavere e degli autunni (771-476 a. C.) e gli scienziati hanno passato anni ad analizzare le sostanze chimiche al suo interno per concludere che si tratta della più antica crema per il viso scoperta in Cina.

 

cosmetici-uno.jpg

 

Secondo il team di ricerca la crema aveva un effetto sbiancante per il viso e doveva essere importante per l'uomo se è il barattolo stato conservato nella tomba.

Non è possibile conoscere le occasioni in cui veniva usata; tuttavia la scoperta fornisce un'idea più precisa delle abitudini della nobiltà del periodo e dei modelli culturali dell'epoca, dal momento che le classi più elevate dettavano le tendenze della società.

Gli archeologi hanno completato la replica di un antico altare in bronzo rinvenuto a Sanxingdui, un importante sito nella provincia del Sichuan, nella Cina sudoccidentale.

L'altare di bronzo risale a 3000 anni fa ed era gravemente danneggiato: era infatti stato intenzionalmente spezzato in più di 100 pezzi e successivamente bruciato. Gli archeologi hanno impiegato due anni a ricostruire la forma originaria del pezzo, un lavoro lungo e paziente che è finalmente finito.

 

altare1.jpeg

 

L'oggetto è composto da una base rotonda a forma di animale, un corpo formato da uomini in piedi con un bastone storto in mano ed infine la sommità a forma di montagna scolpita.

La tripartizione dovrebbe riflettere la credenza dell'antico popolo Shu sulla composizione dell'universo con la bestia a rappresentare la terra, l'uomo al centro il mondo in cui viviamo e l'uccello il paradiso, e secondo gli archeologi era usato come strumento nei sacrifici rituali.

Gli archeologi dell'Istituto provinciale dello Shaanxi hanno rinvenuto più di 3500 tombe ed oltre 4.600 reliquie durante i lavori per l'ampliamento dell'aeroporto internazionale di Xianyang a Xi'an.

La scoperta di antiche tombe nella regione non è una sorpresa. Secondo le statistiche sono 179 i progetti archeologici realizzati nel 2020 nella provincia dello Shaanxi, e negli anni scorsi altri reperti sono emersi in seguito a scavi effettuati per modernizzare la città di Xi'an. Nel 2011 durante i lavori per la costruzione della linea 2 della metropolitana della città erano state scoperte sei antiche tombe e più di 40 cimeli culturali.

 

tombe1.jpeg

 

La città di Xi'an vanta una lunga storia ed è stata la capitale di 13 antiche dinastie cinesi. Per questo gli interventi sul tessuto urbano sono accompagnati da continui sforzi per preservare l'eredità storica locale.

Sono stati presentati alla stampa i risultati di uno scavo archeologico effettuato nel sud-ovest di Pechino che ha rinvenuto tracce risalenti alla dinastia Jin (1115-1234).

Gli archeologi hanno portato alla luce una sezione di 60 metri di rovine delle mura della città, comprendente un fossato largo 66 metri, strutture di difesa del muro e alcuni mattoni e frammenti di porcellana. Sotto il muro sono state trovate anche alcune tombe delle dinastie Tang e Liao.

 

mura.jpg

 

La scoperta ha chiarito la relazione tra le mura delle città, il fossato e le strade all'interno della città. Pechino fu stabilita come capitale del regno Jin nel 1153 e lo rimase per 62 anni. Le mura furono abbandonate alla fine della dinastia Yuan o all'inizio della dinastia Ming nel XIV secolo.

Le autorità hanno intenzione di valorizzare la scoperta realizzando un parco archeologico, i cui lavori dovrebbero iniziare nel 2022.

Pagina 1 di 3

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android