ByteDance investirà in Zhangyue, una tra le società di e-book più importanti della Cina.

 

È stato la stessa Zhangyue a dare la notizia in un comunicato di alcuni giorni fa in cui annunciava che avrebbe venduto circa l'11% delle sue azioni ad una consociata interamente controllata da ByteDance.

 

nyntyu56j.jpg

 

L'accordo è vantaggioso per entrambi i partner. ByteDance potrà avere un proprio membro nel consiglio d'amministrazione della società, indirizzando così la politica editoriale della piattaforma; in cambio Zhangyue riceverà il supporto di ByteDance in aree come l'acquisto di annunci, la monetizzazione ed altre tecnologie.

 

Con i suoi 170 milioni di utenti attivi al mese Zhangyue è uno dei più grandi ecosistemi di ebook della Cina. Il settore, che nel 2015 ha prodotto profitti per 6,6 miliardi, è cresciuto notevolmente in Cina in questi ultimi anni: con questa azione ByteDance entra in un mercato che secondo le stime dei ricercatori produrrà profitti per 20,6 miliardi di yuan entro il 2020.

Le due più grandi società cinesi di giochi sportivi in live streaming Huya e Dou Yu hanno annunciato l'intenzione di fondersi.

 

L'accordo è stato avviato da Tencent e prevede che Huya compri tutte le azioni di Dou Yu attraverso una fusione di azioni; al termine dell'operazione i precedenti azionisti delle due società deterranno ciascuno circa il 50% delle azioni della società combinata su base assolutamente diluita, e Tencent controllerà il 67,5 % dei diritti di voto attraverso le sue affiliate.

 

2020-10-12-image-22.jpg

 

Se la fusione avrà esito, la società risultante sarà un gigante con circa 300 milioni di utenti mensili attivi, prima che gli abbonamenti sovrapposti vengano eliminati, arrivando a rappresentare fino all'80% del mercato cinese.

 

La fusione contribuirà a ridurre i costi di marketing legati al pagamento di giocatori famosi e all'acquisizione di nuovi clienti, e consoliderà la posizione di Tencent nel settore dei giochi.

Shenzhen è la più ricca città della Greater Bay Area (GBA) nella provincia del Guangdong, ed è considerata, per la presenza di alcune tra le più grandi società del mondo come Tencent Holdings, la Silicon Valley cinese.

 

Nel prossimo futuro la situazione potrebbe migliorare, e la città potrebbe attrarre maggiore sostegno politico da parte del governo centrale, ed un maggiore trasferimento di risorse economiche.

 

Shenzhen-to-be-key-pilot-zone-for-socialism.jpeg

 

Nel mese di agosto un importante istituto di ricerca ha pubblicato un rapporto dove raccomandava di aggiornare lo status della città, equiparandolo a quello di Pechino e Shanghai; negli stessi giorni, il governo di Shenzhen ha delineato un piano in 50 punti per espandere e migliorare il proprio settore dei servizi finanziari ed aumentare il commercio ed i flussi di capitale con gli investitori di Hong Kong e di altre località.

 

Il piano, che segue l'approvazione della controversa legge sulla sicurezza nazionale, consolida gli sforzi attivati da tempo per collegare i mercati finanziari su entrambi i lati del confine.

 

Shenzhen ed Hong Kong distano 15 minuti di treno ad alta velocità ed avevano nel 2019 una popolazione di 20 milioni di persone, con un PIL complessivo di 745 miliardi di dollari. Con questo piano Shenzhen potrebbe accogliere banche, società di intermediazione mobiliare ed assicuratori con sede ad Hong Kong, nonché promuovere maggiori prestiti bancari transfrontalieri tra le due città, istituendo più fondi da investire nella bay area.

 

3b6c54f4-d7b9-11ea-a9df-dfa023813e67_972x_174631.jpg

 

La risposta del governo di Hong Kong non si è fatta attendere. L'Autorità monetaria di Hong Kong ha affermato che manterrà una stretta collaborazione con le autorità del continente per attuare iniziative a sostegno dello sviluppo della GBA, riconoscendo i buoni progressi compiuti per facilitare l'accesso transfrontaliero ai servizi finanziari per privati ed aziende.

 

hong-kong-hang-seng-stock-exchange.jpg

 

Entrambe le città avranno vantaggi dall'applicazione delle misure: esse consentiranno alla Greater Bay Area di guidare la liberalizzazione del mercato dei capitali della Cina e l'uso globale della valuta dello yuan, ed avranno ricadute positive per gli operatori del mercato finanziario di Hong Kong, che pur essendo un mercato enorme, nell'ultimo anno ha patito per la presenza di istituti di credito sofferenti.

La minaccia di Trump di vietare TikTok negli Stati Uniti non dovrebbe avere ripercussioni sulle trattative in atto tra Microsoft e ByteDance per l'acquisizione della piattaforma da parte della società americana.

 

L'annuncio è seguito ad una conversazione tra il CEO di Microsoft Satya Nadella e lo stesso Trump: al termine dell'incontro la società americana ha affermato che continueranno le esplorazioni per una eventuale acquisizione, sottolineando che i colloqui sono ancora preliminari e che quindi non c'è alcuna garanzia che la transazione procederà; in ogni caso, la società prevede di completare queste fase entro il 15 settembre 2020.

 

106645331-1596480331664-don5.jpg

 

Un accordo tra le due società sarebbe vantaggioso per entrambe.

 

Come è noto l'amministrazione americana osserva con sospetto TikTok perché teme che il governo cinese possa essere in grado di rintracciare gli utenti della app ed accedere ai messaggi privati. Per rassicurare il governo ByteDance ha assunto l'ex dirigente della Disney Kevin Mayer come CEO di TikTok, e lo stesso Mayer ha recentemente dichiarato che la app rivelerà pubblicamente gli algoritmi, le politiche di moderazione e i propri flussi di dati.

 

Tuttavia l'acquisizione da parte di Microsoft eliminerebbe qualsiasi dubbio: in caso concluda l'accordo, la società americana si è impegnata a trasferire i dati degli utenti statunitensi in server con sede negli USA, eliminando la copia dei dati archiviati o sottoposti a backup presenti fuori dal territorio nazionale. Ha inoltre dichiarato che il suo obiettivo è conservare l'esperienza utente di TikTok, aggiungendo però protezioni di sicurezza, privacy e sicurezza digitale a livello mondiale.

 

Da parte sua, con l'accordo Microsoft recupererebbe terreno nel settore in continua crescita dei social media, continuando la propria strategia di acquisizioni mirate iniziata nel 2014 con Minecraft e proseguita con LinkedIn nel 2016.

Pagina 1 di 2

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android