Oltre 70 siti di streaming, società di produzione e associazioni operanti nel settore dei video online si sono uniti per condannare coloro che usano i loro canali per pubblicare clip, sinossi e filmati di reazioni non autorizzati.

In una dichiarazione rilasciata venerdì hanno chiesto il boicottaggio dei video con contenuti protetti da copyright di film e fiction televisive che sono stati rieditati dagli utenti di Internet. I firmatari, che includono le piattaforme di streaming video dominanti iQiyi, Tencent Video e Youku, hanno affermato che avrebbero intrapreso un'azione legale "mirata" e "necessaria" contro i video trovati per includere contenuti non autorizzati.

 

video-fan1.jpg

 

Con la crescita di piattaforme come Bilibili, Kuaishou e Douyin - come è conosciuto TikTok in Cina - molti creatori di contenuti stanno producendo milioni di video basati su fiction e film televisivi. Queste clip best-of, mini recensioni e versioni ridotte di spettacoli e film attirano miliardi di visualizzazioni senza avvantaggiare direttamente le società di produzione dietro di loro.

Questi video violano i diritti d'autore e, in alcuni casi, interpretano erroneamente l'opera originale. La loro proliferazione senza sorveglianza, inoltre, rischia di distruggere gradualmente l'ecosistema dell'intera industria cinematografica e televisiva.

Le aziende hanno chiesto ai creatori di contenuti di chiedere e ricevere l'autorizzazione prima di riprodurre contenuti protetti da copyright su qualsiasi piattaforma, invitando gli utenti a denunciare, eliminare e bloccare tali contenuti, boicottando atti di violazione e salvaguardando così i diritti e gli interessi dell'industria cinematografica e televisiva.

La piattaforma di streaming iQIYI ha annunciato la collaborazione con il gruppo di intrattenimento di Singapore GHY Culture & Media per creare un'agenzia per individuare e formare nuovi talenti nella regione del sud-est asiatico.

Le giovani star selezionate dall'agenzia parteciperanno allo spettacolo televisivo che la società ha intenzione di realizzare e con il quale spera di conquistare tanto il pubblico della regione quanto quello cinese. La società infatti negli ultimi tempi è cresciuta molto nell'area, e contemporaneamente è aumentato l'apprezzamento degli spettatori cinesi per queste produzioni.

 

iqiyi-1.jpg

 

La mossa segue la decisione di iQIYI di pochi mesi fa di stabilire la propria sede internazionale a Singapore e conferma l'obiettivo della società di diventare una piattaforma specializzata nella realizzazione di contenuti asiatici, a cui stanno già lavorando team in Corea del Sud e Giappone per lo sviluppo di film ed anime originali.

Dopo il grande successo negli Stati Uniti Deer Squad, il primo cartone animato originale cinese, è pronto per essere trasmesso sulle stazioni televisive di Europa ed Africa


Deer squad è stato prodotto dalla piattaforma di streaming cinese iQiyi in collaborazione con Nickelodeon, che lo ha trasmesso per il pubblico statunitense. Il cartone animato si rivolge ai bambini dai 3 ai 7 anni e racconta la storia di quattro piccoli cervi coraggiosi che corrono rischi e risolvono problemi.

 

deersquad-1.jpg

 

Il cartone animato è stato accolto con molto calore da parte del pubblico non cinese. È una cosa piuttosto rara, perché solitamente gli spettacoli di animazione per bambini cinesi non si adattano al gusto dei giovani spettatori stranieri.

I bambini cinesi apprezzano maggiormente il fatto che lo spettacolo sia divertente, quindi gli studi si concentrano su spettacoli d'azione divertenti e trame interessanti. Il pubblico non cinese è invece maggiormente orientato verso contenuti educativi e legati al tema dei sentimenti.

Deer Squad è il primo cartone animato cinese ad avere successo all'estero perché è riuscito a trovare un equilibrio tra intrattenimento ed educazione, includendo in una storia avvincente insegnamenti sull'educazione emotiva.

iQIYI risponde all'esortazione del governo cinese di rendere disponibili gratuitamente i propri contenuti per andare incontro alle esigenze delle persone bloccate a casa durante le feste del Capodanno Cinese.

Le feste del Capodanno sono il momento in cui milioni di cinesi attraversano il paese per tornare nelle loro città natali, ma le autorità quest'anno hanno implementato rigorose misure antivirus dopo che sono stati segnalati centinaia nuovi casi di contagio.

 

iqiyi1.jpg

 

Pechino ha consigliato alle persone di non spostarsi, al fine di evitare una ulteriore diffusione del coronavirus ed ha al tempo stesso esortato le piattaforme di streaming ad aumentare la quantità di contenuti gratuiti per offrire intrattenimento a chi resta in casa.

In risposta a ciò IQIYI ha dichiarato che renderà disponibile una categoria di “visione gratuita” a Pechino e nella vicina provincia di Hebei, con contenuti solitamente riservati ai membri. Nella comunicazione non sono specificate le date del servizio.

Pagina 1 di 3

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android