Tutto comincia con un blog, dice Martino Piccioli, l'architetto pratese che dal 2014 vive e racconta la Cina.

 

Nato per tenere aggiornati gli amici, Martino Express è stato fin da subito lo strumento usato da Martino per fissare le sue esperienze e superare il senso di smarrimento che lo aveva colto all'arrivo in un paese con una lingua ed una cultura diverse. Col tempo il diario è cresciuto, arricchendosi di contenuti fino a diventare un punto di riferimento per chi vuole guardare la Cina con gli occhi di un occidentale.

 

Martino è arrivato a Pechino accettando un'offerta di lavoro, finendo poi per fare della Cina la sua casa. Vivere in Cina gli ha fatto conoscere i cinesi e familiarizzare con atteggiamenti a prima vista incomprensibili, aiutandolo a superare quelle idee che si portava dietro dall'Italia e dalla frequentazione della Chinatown pratese.

 

Il blog di Martino è diventato lettura ideale per chi è curioso di conoscere il paese attraverso la vita quotidiana di un occidentale che vive in Cina e tra i cinesi, una narrazione che è sfociata, nel 2017, nel libro “LAOWAI, un pratese in Cina”, edito da Goware.

 

Martino sarà il protagonista dell'intervista che andrà in onda mercoledì 18 novembre 2020 sul canale 840 del digitale terrestre in Toscana e su www.cinatv.it

 

https://www.martinoexpress.it/

La passione per i viaggi e l'amore per la fotografia.
Sono queste le due costanti che hanno accompagnato la vita e successivamente la professione di Stefano Rosati, fotografo pratese autore insieme a David Bellatalla del libro “Il grande viaggio – Lungo le carovaniere della Via della Seta”, edito da Montura Editing.

 

Il libro racconta i viaggi che i due autori hanno compiuto lungo la Via della Seta, uno tra gli itinerari di maggiore importanza per le relazioni tra Oriente ed Occidente, soprattutto quando era la via principale per gli scambi commerciali e culturali.

 

118621070_3469532503098427_3401300775038272252.jpg

 

Ritroviamo echi di questo passato nelle pagine del volume, insieme alle testimonianze delle comunità che ancora adesso vivono lungo il percorso, e che sono descritte nelle parole e nelle immagini degli autori: la Via della Seta ci appare così come un percorso vivo oggi come adesso, ed ancora caratterizzato da una moltitudine di legami, scambi culturali ed interazioni sociali.

 

Il volume conferma l'abilità di Rosati nel reportage fotografico e la sua capacità nel fermare i momenti più significativi dei viaggi, assecondando una passione per il racconto che lo accompagna fin dall'adolescenza.

 

Il Grande Viaggio – Lungo le carovaniere della Via della Seta” di David Bellatalla e Stefano Rosati è pubblicato da Montura Editing.

 

Immagini: Pagina Facebook Montura 

È innegabile: la pandemia di coronavirus ha trasformato le relazioni tra Cina e resto del mondo, sia a livello di relazioni diplomatiche tra i paesi, sia nei reciproci rapporti tra comunità cinesi immigrate e comunità autoctone.

 

Le esperienze della comunità cinese d'Italia durante la pandemia e gli episodi che hanno caratterizzato questo periodo sono adesso raccontati in “Noi restiamo qui: come la comunità cinese ha vissuto l'epidemia”, il libro pubblicato da Cina in Italia che raccoglie le testimonianze di 20 membri della comunità cinese residenti stabilmente in Italia.

 

5497003_1407_img_1052.jpg

 

Il libro, in lingua cinese ed italiana, è stato curato da Hu Lanbo, residente a Roma dal 1989, ed autrice di due capitoli del libro.

 

Hu racconta che l'idea le è venuta quando una donna italiana, madre di un ragazzo malato di leucemia, l'ha chiamata perché non riusciva a trovare le maschere da far indossare al figlio quando era in ospedale. In quei giorni era difficile reperire maschere, soprattutto nelle taglie per bambini, e la donna ha pensato di chiedere aiuto alla comunità cinese di Roma.

 

Hu non solo ha risolto il problema, offrendo 50 mascherine donate da due donne cinesi che le avevano messe da parte per i propri figli, ma ha anche creato un gruppo di mamme che ha raccolto 10 mila euro che hanno permesso di donare al principale ospedale pediatrico di Roma 20.000 mascherine.

 

Parlando con cinesi delle altre regioni di Italia, Hu è rimasta stupita da come quasi ogni individuo, famiglia od organizzazione delle comunità cinesi avesse vissuto episodi simili, ed ha pensato di raccogliere queste testimonianze: il risultato è “Noi restiamo qui: come la comunità cinese ha vissuto l'epidemia”, un libro che mostra l'affetto dei cinesi per l'Italia ed insegna come la pandemia sia una sfida comune a cinesi ed italiani.

La Biblioteca per Bambini di Shanghai ha deciso di rinnovarsi costruendo un nuovo edificio la cui realizzazione è prevista per la seconda metà del 2021: situtato in un parco, quando sarà ultimata la biblioteca coprirà un'area di 16.000 metri quadrati e avrà una collezione di oltre 800.000 libri.

 

shanghai-library-china-s161216-4.jpg

 

La progettazione dell'edificio è stata ispirata dall'arte.

 

1719-07.jpg

 

La pianta dell'edificio a forma di arco ricorda il ponte del celebre dipinto di Claude Monet “Lo stagno delle ninfee”, mentre per gli interni gli architetti sono stati influenzati dal racconto “La biblioteca di Babele” dello scrittore argentino Jorge Luis Borges, disegnando scaffali arrotondati e scale a chiocciola che creano uno spazio di lettura aperto ai bambini.

Pagina 1 di 3

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android