ByteDance ha lanciato a luglio una piattaforma di giochi mobili chiamata “Danjuan Game” che consente agli sviluppatori di rilasciare e testare giochi, ed ai giocatori di restare aggiornati sulle tendenze.
La piattaforma si differenzia rispetto alle altre, che sono veri e propri negozi di giochi, per l'attenzione ai giochi mobili casuali e per semplificare il processo di inoltro.

 

Gli utenti accedono all'app con il proprio numero di telefono o tramite le credenziali Douyin e sono accolti da brevi video con i giochi consigliati, in larga parte sviluppati da studi affiliati a ByteDance, che possono essere scaricati all'interno dell'app: a differenza dei concorrenti, infatti, Danjuan non richiede all'utente di scaricare una app standalone per scaricare e giocare.

 

107575667_m.jpg

 

L'app ha inoltre una propria valuta virtuale, che può essere acquisita svolgendo compiti e che serve per riscattare regali legati ai giochi.

 

Sebbene abbia lanciato Danjuan senza titoli di successo, con questa mossa ByteDance manifesta il suo interesse per il mercato dei giochi mobili, un settore che le società di ricerca prevedono costituirà il 70% del mercato cinese dei giochi online.

Fino a pochi anni fa non avremmo pensato che lo smartphone sarebbe diventato tanto indispensabile nelle nostre vite, diventando lo strumento per gestire quasi tutto, dagli amici agli investimenti.

 

Le aziende dietro alle numerose app dicono che stanno forgiando una nuova era di libertà, convenienza ed opportunità; tuttavia, come tutte le rivoluzioni, anche quella dell'Internet mobile presenta degli aspetti negativi che hanno un forte impatto sulla vita delle persone.

 

Ed è proprio il lato oscuro dell'internet mobile in Cina ad essere al centro di “Loading...” un documentario in 7 parti che sta riscuotendo successo tra i netizen.

 

510.jpg

 

In Cina sono quasi 900 milioni le persone che usano oltre 3,6 milioni di app, con indubbi vantaggi ma anche con un costo elevato in termini di cambiamento disorientante, di insicurezza economica e di nuove pratiche commerciali predatorie.

 

L'idea di creare una serie che esplorasse il lato oscuro di Internet è nata gradualmente, via via che si accumulavano le storie e le informazioni relative a questo settore. Gli autori di “Loading...”, un collettivo di sette giornalisti ventenni, hanno iniziato con “Due Date” un cortometraggio che raccontava l'esperienza di un utente vittima di strozzini online, che ha suscitato reazioni inaspettate dagli spettatori: nei commenti il pubblico si scagliava contro le vittime, piuttosto che incolpare le piattaforme di prestito che le avevano incoraggiate a contrarre massicci prestiti ad alto interesse.

 

Da qui è nata l'idea per il secondo video “Keyboard Kills” che racconta la tragica morte di una vittima di violenza informatica; successivamente sono stati girati gli altri episodi, che hanno protagonisti diversi, dal bambino che gira live streaming per aiutare la madre a ripagare i debiti, all'autista di mezza età che si trova senza sostentamento quando la piattaforma di ride hailing a cui si appoggia decide di chiudergli l'account.

 

509.jpg

 

L'intera serie è stata rilasciata ad agosto ed ha raccolto oltre 100 milioni di visualizzazioni.

 

La qualità degli episodi e delle storie raccontate spiegano solo in parte questi numeri: molto ha influito anche la particolarità del momento, e cioè il risentimento pubblico per le dure condizioni dei lavoratori della gig economy che sta crescendo in Cina e che “Loading...” contribuisce a conoscere.

 

Loading è visibile su Youtube a questo indirizzo: https://www.youtube.com/playlist?list=PL_4Ue7J2mXMEqh362AFF85r6NWbWoj1In

Roma, 18 luglio 2018 - Wind Tre e ZTE annunciano che proseguirà la partnership tra le due società in Italia sui progetti pilota 5G e sulla modernizzazione e il consolidamento della rete mobile dell’operatore italiano.

Huawei è nei guai?

Aprile 26, 2018

Gli Stati Uniti hanno messo sotto inchiesta criminale Huawei per vendite illegali in Iran.

Pagina 1 di 2

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android