Quando Yu Xinwei ha pubblicato su Douyin il video dove recitava la poesia “Secondo addio a Cambridge” di Xu Zhimo non si aspettava tanto successo.

 

Yu è un contadino della contea di Longhua, nella provincia di Hebei, con la passione per il canto ed il doppiaggio. Da un paio di anni ha iniziato a trasmettere in live streaming come cantante, ma è stata la poesia a renderlo popolare.

 

 

La voce dolce e profonda e l'altissimo livello del mandarino standard con cui ha recitato il componimento del famoso poeta Xu Zhimo, attivo all'inizio del XX secolo, ha sorpreso ed affascinato milioni di fan sui social media.

 

I netizen sono rimasti colpiti dal contrasto tra l'aspetto così semplice dell'uomo e la sua dizione da speaker radiofonico, ed hanno premiato le capacità e l'impegno di Yu con oltre 7 milioni di mi piace sul video.

Du Fu (712-770) è uno dei massimi poeti cinesi i cui testi, secondo l'opinione concorde dei sinologi, sono dello stesso livello degli scritti di Virgilio, Dante o Shakespeare; tuttavia il poeta non condivide con gli altri la stessa fama, ma, al contrario, è quasi sconosciuto al pubblico Occidentale.

 

Questa situazione potrebbe presto cambiare per merito della BBC che ha di recente girato “Du Fu, il più grande poeta cinese” il primo documentario in lingua inglese sul poeta.

 

5e998ab5a3105d502d9f5613.jpeg

 

Ispirato all'omonimo libro del 1952 di William Hung, il documentario di un'ora è stato girato da Michael Wood, noto per aver lavorato ad altre docuserie sulla Cina come “The Story of China” (2016) e “The Story of China's Reform and Opening Up” (2018) ed intreccia interviste a studiosi di letteratura cinese con immagini della Cina e con la lettura delle poesie di Du Fu da parte dell'attore britannico Ian McKellen.

 

Wood porta lo spettatore nei luoghi della Cina maggiormente legati al poeta, dalla città natale Gongyi, nella provincia di Henan, all'odierna Xi'an, un tempo capitale della dinastia Tang con il nome di Chang'an, ascoltando attori, ballerini e gente del posto che nelle interviste mostrano l'enorme popolarità di Du Fu.

 

5e998ab5a3105d502d9f5615.jpeg

 

Secondo gli studiosi, Du Fu è stato migliore di chiunque altro nel riflettere gli eventi storici che ha vissuto nella sua opera, e le sue poesie sono parte del vocabolario emotivo della cultura cinese.

 

Nato sotto il regno dell'imperatore Tang Xuanzong, Du Fu segue le sorti della dinastia: per aver lavorato come funzionario presso la corte imperiale, in seguito alla ribellione di An Lushan 55 che pose fine all'impero fu costretto dai ribelli a lavorare come facchino finché non riuscì a fuggire insieme con la famiglia, sopportando fame e sofferenza.

 

Le poesie di Da Fu raccontano tutto questo, celebrando al tempo stesso le piccole gioie della vita e esprimendo la preoccupazione del poeta per il suo paese, ed ora per la prima volta, grazie al documentario “Du Fu, il più grande poeta cinese” della BBC, anche il pubblico Occidentale potrà conoscerle ed apprezzarle nell'interpretazione di Ian Mckellen.

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android