Vision 2035, doppia circolazione, mercato, crescita qualitativa, equilibri interni: che cosa ci si può aspettare dalla quattro giorni di Pechino

Shenzhen è la più ricca città della Greater Bay Area (GBA) nella provincia del Guangdong, ed è considerata, per la presenza di alcune tra le più grandi società del mondo come Tencent Holdings, la Silicon Valley cinese.

 

Nel prossimo futuro la situazione potrebbe migliorare, e la città potrebbe attrarre maggiore sostegno politico da parte del governo centrale, ed un maggiore trasferimento di risorse economiche.

 

Shenzhen-to-be-key-pilot-zone-for-socialism.jpeg

 

Nel mese di agosto un importante istituto di ricerca ha pubblicato un rapporto dove raccomandava di aggiornare lo status della città, equiparandolo a quello di Pechino e Shanghai; negli stessi giorni, il governo di Shenzhen ha delineato un piano in 50 punti per espandere e migliorare il proprio settore dei servizi finanziari ed aumentare il commercio ed i flussi di capitale con gli investitori di Hong Kong e di altre località.

 

Il piano, che segue l'approvazione della controversa legge sulla sicurezza nazionale, consolida gli sforzi attivati da tempo per collegare i mercati finanziari su entrambi i lati del confine.

 

Shenzhen ed Hong Kong distano 15 minuti di treno ad alta velocità ed avevano nel 2019 una popolazione di 20 milioni di persone, con un PIL complessivo di 745 miliardi di dollari. Con questo piano Shenzhen potrebbe accogliere banche, società di intermediazione mobiliare ed assicuratori con sede ad Hong Kong, nonché promuovere maggiori prestiti bancari transfrontalieri tra le due città, istituendo più fondi da investire nella bay area.

 

3b6c54f4-d7b9-11ea-a9df-dfa023813e67_972x_174631.jpg

 

La risposta del governo di Hong Kong non si è fatta attendere. L'Autorità monetaria di Hong Kong ha affermato che manterrà una stretta collaborazione con le autorità del continente per attuare iniziative a sostegno dello sviluppo della GBA, riconoscendo i buoni progressi compiuti per facilitare l'accesso transfrontaliero ai servizi finanziari per privati ed aziende.

 

hong-kong-hang-seng-stock-exchange.jpg

 

Entrambe le città avranno vantaggi dall'applicazione delle misure: esse consentiranno alla Greater Bay Area di guidare la liberalizzazione del mercato dei capitali della Cina e l'uso globale della valuta dello yuan, ed avranno ricadute positive per gli operatori del mercato finanziario di Hong Kong, che pur essendo un mercato enorme, nell'ultimo anno ha patito per la presenza di istituti di credito sofferenti.

Il primo luglio 1921, al terzo piano di un palazzo di stile europeo nella Concessione internazionale di Shanghai, nasce il Partito Comunista Cinese

 

L’atto di fondazione ufficiale fu siglato a bordo di una barca sul Lago del Sud (Nan Hu), uno specchio d’acqua vicino alla città di Jiaxing, dove il Congresso era stato spostato poco dopo. Al primo Congresso era presente anche Mao Zedong in qualità di delegato di un gruppo di giovani comunisti dello Hunan.

 

I dodici delegati della seduta del 1° luglio 1921 che fonda il Pcc rappresentano nove cellule, con un totale di 57 membri. Il partito nasce così come federazione di gruppi rivoluzionari formati da intellettuali raccolti attorno a individui intraprendenti e vagamente ispirati a ideali marxisti.

 

Le tensioni tra il partito comunista e il nazionalista Kuomintang, il suo principale rivale, scoppiarono in una guerra civile da cui i comunisti emersero vittoriosi nel 1949. Nonostante le riforme del mercato cinese alla fine degli anni '70, il moderno stato cinese rimane un sistema leninista, come quelli di Cuba , Corea del Nord e Laos.

Dopo Wuhan e Zhejiang, Xi Jinping ha visitato lo Shaanxi. Tre mete non casuali. E intanto si avvicina l'appuntamento con l'Assemblea nazionale del popolo

Pagina 1 di 2

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android