OTSAW Digital, una società tecnologica di Singapore ha progettato e messo in azione un paio di robot per consegnare latte ed altri generi alimentari a domicilio.

I due robot, denominati “Camello”, sono stati offerti a 700 famiglie in una prova di un anno. Gli utenti possono prenotare slot di consegna per latte o uova ed una app li avvisa quando il robot sta per raggiungere il punto di raccolta, di solito l’atrio di un condominio.

 

robo-fattorino.jpg

 

I robot, dotati di sensori 3D, una telecamera e due scomparti ciascuno in grado di trasportare fino a 20 kg di cibo o pacchi ordinati online, effettuano quattro o cinque consegne al giorno nei giorni feriali e sono a disposizione per mezza giornata di sabato. Dopo ogni viaggio sono disinfettati per mezzo di luce ultravioletta.

Molti utenti pensato che possano essere particolarmente utili per gli anziani, che possono ricevere le merci senza uscire di casa; altri invece temono che proprio i più anziani guardino con sospetto a questa nuova tecnologia.

La Minhang High School Experimental School è probabilmente la prima scuola ad usare robot per servire i pasti ai propri alunni. L'istituto di Shanghai ha sostituito i cuochi umani con un robot poco dopo l'inizio dell'anno scolastico, con l'obiettivo di diminuire le interazioni umane e prevenire la diffusione del coronavirus.

 

Il robot è una macchina di colore giallo brillante alta circa 3 metri che usa un braccio meccanico per mettere i piatti già preparati nel microonde e successivamente appoggiarli caldi su un nastro trasportatore da dove sono presi dai bambini.

 

1606903010_2020-12-01t172815z_1_lynxmpegb03ac_rtroptp_4_health-coronavirus-china-robot-chef.jpg

 

Secondo i dirigenti della scuola il robot non solo garantisce la sicurezza sanitaria, dal momento che il cibo non viene toccato da altri esseri umani, ma inoltre migliora il sapore delle pietanze: pare infatti che sia migliore degli umani nel misurare condimenti come sale e pepe.

 

La scuola è stata d'esempio ed ora molti altri istituti ed aziende stanno contattando i costruttori per installare robot nelle proprie mense.

I robot saranno in grado di sostituire i baristi nella preparazione dei caffè?

 

La domanda è meno retorica di quanto possa sembrare, e presto in Cina sarà possibile trovare robot baristi.

 

5f717a6ba31024adbd96f97e.jpg

 

Nei giorni scorsi la società tecnologica Beijing Orion Star Technology Co. ed il gruppo di farmacie di medicina tradizionale cinese Tongrentang Group hanno firmato un accordo per esplorare le opportunità di inserire robot nel campo della vendita al dettaglio di caffè, estendendo la diffusione di "Robotic Coffee Master" il primo barista robotico sviluppato da Orion Star.

 

Cheetah-Mobile-Robotic-Coffee-Master_6.jpg

 

Grazie ai ai continui investimenti in ricerca i costi del braccio robotico sono adesso sufficientemente contenuti per ipotizzare una adozione su larga scala del "Robotic Coffee Master" in scenari rivolti al pubblico, ed i primi negozi di caffè dove sarà possibile trovare il braccio robotico saranno quelli di proprietà di Tongrentang.

 

af_orionstar-robot-barista_021020.jpg

 

Secondo le due società l'uso dell'intelligenza artificiale solleverà baristi e nutrizionisti dalle mansioni più ripetitive, come la preparazione delle bevande, che resteranno di qualità, consentendo loro di concentrarsi sull'educazione dei clienti alla salute ed al benessere, nonché sulla creazione di nuove bevande.

I clienti che frequentano i negozi fisici stanno cambiando, e stanno cambiando i loro gusti: secondo una ricerca, il 30% del traffico dei centri commerciali è rappresentato dalla fascia dei clienti nati negli anni 2000, contro un 40% dei nati negli anni '80 e negli anni dal 1995 al 1999.

 

Per intercettarne al meglio le preferenze, i centri commerciali stanno affidandosi sempre più a robot, come testimoniano i dati di una importante società di tecnologia cinese, che ha implementato la sua pattuglia di robot di 7.000 pezzi, distribuiti in quasi 1.000 centri commerciali e mercati in 32 città della Cina.

 

Cheetah Mobile AiM Robot in Shenzhen Yifang Shopping Center_1.jpg

 

I robot sono capaci di riconoscere i consumatori tramite il riconoscimento facciale, di attirarli nei negozi al dettaglio tramite interazioni vocali, e di inviare coupon; ma soprattutto, essi raccolgono i feedback dei clienti, nonché un insieme di big data essenziali per migliorare l'efficienza delle economie offline.

 

Per questa generazione di consumatori, inoltre, i negozi fisici non sono più solo un canale di acquisto, ma devono diventare luoghi esperienziali, centri di servizio o anche scenari di comunicazione. I centri commerciali hanno perciò un'altra sfida davanti: modificare la loro struttura, creando un "ecosistema" di consumo più coordinato e sperimentando nuove soluzioni per l'utilizzo dello spazio.

I clienti che frequentano i negozi fisici stanno cambiando, e stanno cambiando i loro gusti: secondo una ricerca, il 30% del traffico dei centri commerciali è rappresentato dalla fascia dei clienti nati negli anni 2000, contro un 40% dei nati negli anni '80 e negli anni dal 1995 al 1999.

 

Per intercettarne al meglio le preferenze, i centri commerciali stanno affidandosi sempre più a robot, come testimoniano i dati di una importante società di tecnologia cinese, che ha implementato la sua pattuglia di robot di 7.000 pezzi, distribuiti in quasi 1.000 centri commerciali e mercati in 32 città della Cina.

I robot sono capaci di riconoscere i consumatori tramite il riconoscimento facciale, di attirarli nei negozi al dettaglio tramite interazioni vocali, e di inviare coupon; ma soprattutto, essi raccolgono i feedback dei clienti, nonché un insieme di big data essenziali per migliorare l'efficienza delle economie offline.

 

Per questa generazione di consumatori, inoltre, i negozi fisici non sono più solo un canale di acquisto, ma devono diventare luoghi esperienziali, centri di servizio o anche scenari di comunicazione. I centri commerciali hanno perciò un'altra sfida davanti: modificare la loro struttura, creando un "ecosistema" di consumo più coordinato e sperimentando nuove soluzioni per l'utilizzo dello spazio.

Pagina 1 di 2

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android