Administrator

Administrator

Vel augue aenean scelerisque sagittis vehicula turpis egestas lobortis condimentum vitae purus cursus, ullamcorper primis vulputate pellentesque scelerisque nullam etiam donec massa quisque.

Fondazione Prada annuncia la riapertura della sede di Milano dal 5 giugno 2020. Gli spazi espositivi saranno aperti al pubblico dal venerdì alla domenica, dalle 10 alle 19. Il percorso di visita sarà costituito dalle tre mostre temporanee “K”, “The Porcelain Room” e “Storytelling”.

 

Negli spazi interni ed esterni della fondazione saranno disposte tutte le misure igienico-sanitarie e di sicurezza necessarie per preservare la salute del pubblico e del personale e garantire un’esperienza di visita piacevole e serena. Nel rispetto delle norme in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, l’ingresso è contingentato e richiede l’acquisto del biglietto online.

 

Non saranno visitabili i progetti permanenti “Atlas”,Haunted House”, “Le Studio d’Orphée” e “Processo grottesco”. La programmazione del Cinema, le attività dell’Accademia dei bambini e le visite guidate rimangono temporaneamente sospese. 

 

ZfXNeL8A.jpeg

 

Bar Luce e Ristorante Torre riaprono entrambi dal 5 giugno e saranno attivi dal venerdì alla domenica nei seguenti orari: dalle 10 alle 19 per il Bar Luce e dalle 18 alle 23 per il Ristorante Torre.

 

Dopo l’interruzione delle attività dovuta all’emergenza sanitaria, il programma espositivo della sede di Milano subirà alcune variazioni. “K”, un progetto che esplora l’universo letterario di Franz Kafka attraverso i lavori di Martin Kippenberger, Orson Welles e Tangerine Dream, sarà esteso fino al 25 ottobre 2020. Le mostre “The Porcelain Room”, una ricerca sul contesto storico, la finalità e l’impatto delle porcellane cinesi da esportazione, e “Storytelling”, una personale dedicata all’artista Liu Ye, saranno prolungate fino al 10 gennaio 2021. 

 

La sede di Ca’ Corner della Regina a Venezia e Osservatorio a Milano riapriranno al pubblico nel 2021. Il sito web e i canali social della fondazione continueranno a funzionare come un laboratorio di idee e una piattaforma agile e creativa dove si svilupperanno nuovi progetti digitali come “Love Stories”, concepito da Francesco Vezzoli per l’account Instagram di Fondazione Prada e in corso fino al 19 luglio 2020.

La principale società di produzione e distribuzione cinese Bona Film Group ha aperto nei giorni scorsi una nuova sede nella capitale meridionale cinese di Guangzhou.

 

L'obiettivo della società è far diventare l'area del Guangdong, dove sono presenti tra le altre le città di Hong Kong e Macao, il terzo centro culturale e creativo per l'industria cinematografica cinese, dopo Pechino e Shanghai, collaborando con i professionisti del cinema della zona.

 

Nella stessa conferenza stampa dove è stata annunciata la notizia, la società ha illustrato i suoi prossimi progetti, e cioè tre film ambientati nel Guangdong.

 

Il primo è “Chinese Doctor” un resoconto di professionisti medici impegnati contro il COVID-19. Al momento il team creativo sta raccogliendo materiale, conducendo interviste in collaborazione con l'organizzazione medica di Guangzhou guidata da Zhong Nanshan, uno pneumologo diventato familiare alla popolazione come volto pubblico della lotta cinese contro il virus.

 

the-chinese-pilot-cr-res.jpg

 

Un altro progetto racconterà invece le vicende di Lin Zexu, un ufficiale della dinastia Qing che durante il periodo della guerra dell'oppio si oppose al governo britannico distruggendo milioni di libbre di oppio: in particolare è nota la sua azione di boicottaggio avvenuta in una località tra Guangzhou e Hong Kong, dove gettò in mare un importante carico di oppio.

La storia era stata trasposta in un film di propaganda del 1959, ed il progetto è in attesa dell'approvazione ufficiale.

 

Il terzo film infine sarà incentrato su un episodio storico del 1955, e cioè il tentativo fallito di assassinare l'allora premier cinese Zhou Enlai bombardando l'aereo che avrebbe dovuto condurlo alla conferenza di Bandung a Jakarta. L'attentato fallì perché il premier non era a bordo, ma costò la vita a sedici passeggeri dell'aereo.

 

Questi progetti sono in linea con la narrazione che la Bona Film Group sta portando avanti, e cioè film di ispirazione patriottica, come è stato ad esempio il film sui vigili del fuoco “The Bravest” pubblicato nel 2019, e confermano come la società voglia realizzare l'obiettivo di fare dello Guangdong un centro dell'industria cinematografica anche per mezzo della attività culturale ed artistica.

In occasione della Giornata dei bambini (1 giugno), i centri commerciali di solito organizzano spettacoli di clown o mascotte giganti, ma quest'anno, a Guangzhou, si è voluto puntare su un altro tipo di spettacolo.

 

I clienti di un centro commerciale del capoluogo del Guangdong hanno assistito ad una sfilata improvvisata di trichechi. Uno spettacolo che non ha mancato di indignare i netizen. Alcune foto pubblicate su Weibo mostrano un tricheco circondato da spettatori al secondo piano del Grandview Mall,  che si trova nel quartiere Tianhe, e ospita anche il controverso Grandview Aquarium.

 

walrus1.jpg

 

 

A causa delle recensioni negative dei clienti in seguito a questo spettacolo, il centro commerciale ha raggiunto un punteggio di 2,2 / 5 su Google e molti netizen hanno chiesto un boicottaggio per le pratiche e le condizioni riscontrate all'interno dell'acquario. Un commentatore su Weibo ha scritto: "Il Grandview Aquarium è davvero disgustoso, ci sono notizie di abusi sugli orsi polari". Un altro netizen ha aggiunto: "Un luogo famoso per la crudeltà verso gli animali".

 

Le controversie del centro commerciale risalgono al febbraio 2016, quando l'acquario venne criticato per l'acqua sporca della vasca del beluga, per la presenza di una cernia morta che galleggiava in una vasca e per le ridotte dimensioni dello spazio dedicato allo squalo balena. Animals Asia, un'organizzazione per la salvaguardia degli animali con sede a Hong Kong, dichiarò all'epoca che le condizioni del Grandview Aquarium erano "terribili" e descriveva l'attrazione come una "prigione per animali".

 

walrus.jpg

 

Anche il recinto dell'orso polare dello zoo suscitò proteste da tutto il mondo lo stesso anno. Soprannominato "l'orso polare più triste del mondo" da numerosi media e gruppi per i diritti degli animali, l'orso "Pizza" fece notizia nel giugno 2016, quando emersero video che mostravano il grande animale artico che viveva in condizioni spaventose. Il video diffuso richiedeva il boicottaggio della struttura e portò alla creazione di una petizione online per chiedere la chiusura dell'acquario.

 

polar-bear-pizza-in-a-mall-e1471323460680.jpg

 

I trichechi sono mammiferi che hanno il loro habitat naturale vicino al circolo polare artico e di solito trascorrono due terzi della loro vita in acqua. Secondo la China Cetacean Alliance, che ha anche commentato il post, i trichechi presenti in Cina vengono "catturati in natura in Russia". Vivere in un acquario è tutt'altro che il loro habitat naturale ideale, figuriamoci passeggiare per un centro commerciale a Canton.

关于张柏芝和谢霆锋两个人之间的感情问题,一直都是大家非常关注的,这两个人之间一波三折,好在如今已都有了各自的生活。

Pagina 1 di 411

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android