618: lo Shopping Festival cinese del 2022 è stato disastroso

Di Pubblicato Giugno 23, 2022

L'annuale festival dello shopping cinese 618 si è concluso sabato con una tiepida risposta da parte degli acquirenti. JD.com, la seconda piattaforma di e-commerce più grande del paese ha registrato un aumento del 10,3% delle vendite totali dal 1 giugno al 18 giugno, la crescita più lenta degli ultimi cinque anni.

Il più grande operatore di piattaforme di e-commerce della Cina, Alibaba, non ha pubblicato i dati sulle vendite per il secondo anno consecutivo. Secondo una stima della società di consulenza per il mercato al dettaglio Syntun, le vendite totali sulle principali piattaforme di e-commerce, inclusi i principali mercati online Tmall, JD.com e Pinduoduo, sono state di 582,6 milioni di yuan, un leggero aumento rispetto ai 578,5 milioni di yuan dello scorso anno.

 

618disatroso2106-1.jpg

 

Il festival dello shopping 618 è iniziato come "JD Day", una festa di compleanno per la seconda piattaforma di e-commerce del paese. Quando Alibaba e altri concorrenti si sono uniti all'azione, è diventato il secondo periodo di sconto più grande del paese e un barometro per la capacità di spesa del consumatore, simile alla stagione dello shopping natalizio in altri paesi.

Le vendite deludenti riflettono un'economia ancora vacillante per i lunghi blocchi della primavera.

I blocchi hanno lasciato i commercianti in una posizione debole all'inizio della stagione dei saldi. Negli anni normali, i commercianti hanno bisogno di buone vendite nei mesi che precedono la stagione dei saldi per ottenere un posizionamento elevato dagli algoritmi della piattaforma. Hanno anche bisogno di una riserva finanziaria per poter finanziare i forti sconti che i clienti si aspettano.

 

618disatroso2106-3.jpg

 

Ju Yi, fondatore del marchio di prodotti per animali domestici Mollybox, ha dichiarato ai media nazionali che l'80% degli acquirenti di aprile dell'azienda ha chiesto rimborsi dopo che l'azienda non è riuscita a consegnare i prodotti dal suo magazzino a Shanghai durante il blocco della città. Ha detto che molte aziende si sono ritirate dal 618 per paura di una maggiore perdita per le spese di marketing.

Le principali piattaforme hanno semplificato le regole di vendita, offerto sconti maggiori e condizioni agevolate per i commercianti quest'anno nel tentativo di aumentare le vendite 618. Ma attori e osservatori del settore hanno detto ai media locali che tali incentivi hanno ridotto i profitti e aumentato i rischi per le piccole e medie imprese, poiché i commercianti pagano la maggior parte del conto per gli sconti.

 

 

Originally published on ‘Quiet Like Never Before’: China’s 618 Shopping Festival is a Dud

Letto 201 volte Ultima modifica il Martedì, 21 Giugno 2022 15:56

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android