La digitalizzazione aiuta a costruire una biblioteca online di tomi storici

Di Pubblicato Maggio 04, 2021

In occasione della 26a Giornata mondiale del libro e del copyright 10 biblioteche cinesi hanno pubblicato congiuntamente le edizioni digitalizzate di oltre 1.700 volumi di libri antichi cinesi.

Questa è la quarta espansione del database nazionale di libri antichi cinesi da quando è stato messo online nel 2016. Il database è stato lanciato dal Centro nazionale per la conservazione e la conservazione dei libri antichi, con sede presso la Biblioteca nazionale cinese a Pechino.

Secondo Rao Quan, direttore della biblioteca e anche capo del centro nazionale, 36 biblioteche e istituzioni con collezioni di libri antichi si sono unite al programma, che mira a garantire il libero accesso ai documenti antichi cartacei in modo che possano essere più ampiamente visto e utilizzato dal pubblico. Finora, nel database sono stati registrati 74.000 volumi di testi antichi, inclusi 33.000 volumi della collezione della Biblioteca nazionale cinese.

 

Nanjing-Library.jpeg

 

Le biblioteche coinvolte nel recente rilascio includono la Biblioteca nazionale cinese, la Biblioteca di Nanchino, la Biblioteca di Tianjin e altre istituzioni a livello provinciale, cittadino e di contea.

Le nuove voci del database includono non solo preziose copie di classici antichi risalenti alle dinastie Song (960-1279) e Yuan (1271-1368), ma anche molti racconti di prima mano con caratteristiche locali, che risulteranno noti alle persone.

Letto 1357 volte Ultima modifica il Martedì, 04 Maggio 2021 11:01

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android