in News

La regista Song Siqi ricerca le sue radici nel corto “The Coin”

Di Pubblicato Maggio 27, 2021

“Una libbra di maiale, due rametti di cipollotto, poi trita un po 'di cipolla e zenzero. Aggiungere il sale e il pepe, mescolare e quindi il ripieno di carne è pronto." Così si apre “The Coin”, il cortometraggio della regista cinese Song Siqi, che affronta il tema di cosa significhi essere “a casa”.

 

 

All'età di 10 anni, Song si è trasferita all'estero per studiare e ha trascorso la maggior parte della sua adolescenza in un collegio. Non ha mai trascorso molto tempo a casa fino all'università, dove ha frequentato la scuola sia a Los Angeles che a Pechino. Queste esperienze hanno ampiamente modificato la sua idea di casa. Ogni volta che tornava in Cina per visitare amici e parenti, non si sentiva mai come a casa: si sentiva come una visitatrice. Nel lavoro di Song, però, affronta il tema della "casa" con chiarezza e sicurezza senza vergogna.

“The Coin” è incentrato sulla tradizione del Capodanno Cinese di far scivolare una moneta nel ripieno di un gnocco. Si ritiene che chi mangia lo gnocco ripieno di monete avrà buona fortuna per il resto dell'anno.

 

the-coin1.jpg

 

Per catturare ciò che questa tradizione significa per lei, Song ha deciso di animare l'intero processo di preparazione degli gnocchi, dalla preparazione del ripieno fino al confezionamento e alla cottura. Naturalmente, l'ingrediente più essenziale di tutti non è stato dimenticato: la moneta, che per Song, è un "simbolo sfaccettato che rappresenta l'amore dei genitori e un legame con il patrimonio".

Il film di sei minuti è composto da oltre 5.000 fotogrammi in stop-motion, ma essendo una produzione completamente indipendente, ci sono voluti nove mesi per completarlo.

Nel film, la protagonista femminile si sta trasferendo da casa in un paese straniero. Durante il suo viaggio, ha portato un barattolo pieno di monete raccolte dagli gnocchi fortunati che ha mangiato nel corso degli anni. All'arrivo, decide di pranzare in un bar locale. Non appena si siede, però, si rende conto di aver lasciato il barattolo sul treno. Questa consapevolezza dà inizio a una sequenza da incubo nella sua psiche, dove viene attaccata da un assortimento di piatti occidentali: hamburger, pasta e pizza.

 

the-coin2.jpg

 

Ogni ingrediente circolare di questi piatti le ricorda le sue monete fortunate, ma non sono proprio la stessa cosa. Questo episodio infernale rappresenta l'intrusione della cultura occidentale, che sembra pronta a cancellare felicemente le sue radici orientali. Con le monete mancanti, è finita anche la fortuna che ha accusato negli anni? Il suo legame con la sua patria è andato per sempre?

 

the-coin3.jpg

 

Per fortuna, il film si conclude con una nota felice. Guardando più a fondo all'interno - mostrato dalla protagonista che entra nel suo stesso stomaco - scopre che la moneta, il simbolo della sua eredità, non è davvero andata. Una delle monete mancanti è incastonata nel rivestimento dello stomaco. A quanto pare, le radici culturali non sono così facilmente ribaltate. "'Trovare' di nuovo la moneta è una benedizione che sto dando a me stesso", dice Song.

Letto 1615 volte Ultima modifica il Mercoledì, 26 Maggio 2021 11:51

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android