"Sto indossando le scarpe più belle di adesso, le Feiyue", ha detto a GQ il cantante dei The Vaccines Justin Young. Da quando la "scarpa bianca" cinese è diventata globale quasi un decennio fa, ha annoverato tra i suoi fan mega-star come Alessandra Ambrosio e Orlando Bloom, ha stretto collaborazioni con marchi internazionali come Celine e Casio e ha aperto negozi e affissioni a Londra e New York. York.

È sul mercato da soli quattro anni, e tuttavia il brand di cosmetici cinese Florasis sta rapidamente conquistando clienti nel paese.

Florasis, con sede ad Hangzhou, ha superato tutte le altre marche di cosmetici cinesi nei primi due trimestri del 2021 sulle piattaforme e-commerce Alibaba. Nel secondo trimestre, le vendite della società sono cresciute del 47% su base annua a 830 milioni di yuan (128 milioni di dollari).

Sebbene queste performance siano ancora lontane dai risultati dei leader del mercato estero come L'Oreal e Estée Lauder, rispettivamente società francesi e statunitensi, Florasis si rivolge ai clienti cinesi in modi che i marchi stranieri probabilmente non faranno mai.

 

florasis1.jpg

 

Negli ultimi anni, l'amore per la cultura tradizionale cinese è cresciuto tra i giovani cinesi, generando la nuova tendenza “China chic” o "guochao" che consiste nella reinterpretazione moderna degli elementi cinesi, e molti marchi si sono ispirati alla cultura cinese per i loro prodotti, riscuotendo un ampio successo: è stato così per Florasis, come per il brand sportivo Lining e l'azienda di calzature Feiyue.

Anche al di fuori del mondo della moda e dei prodotti di bellezza, fare appello alla passione delle persone per l'antica cultura cinese si è dimostrato un biglietto per il successo. L'industria del gioco cinese ha prodotto molti titoli negli ultimi anni che hanno adattato elementi della storia del paese.

Florasis ha attirato per la prima volta l'attenzione di un più ampio pubblico cinese nel marzo del 2019, quando il miglior livestreamer cinese di bellezza Li Jiaqi - noto come il " re del rossetto " - ha presentato il rossetto prodotto dall'azienda. Da allora l'azienda ha messo in vendita set di trucchi ispirati al famoso West Lake di Hangzhou e alla minoranza etnica Miao, continuando a crescere.

Gli ultimi anni non hanno visto solo un aumento dei marchi di moda cinesi, ma anche l'emergere di una scena della moda in cui gli elementi tradizionali cinesi giocano un ruolo importante. È la cosiddetta China Chic, la tendenza dei brand cinesi ad includere temi cinesi in articoli di moda di tutti i giorni come scarpe da ginnastica e t-shirt, guadagnando il favore dei giovani consumatori.

 

La protesta contro i marchi occidentali che vietano l’uso del cotone dello Xinjiang diventa un rap. È Nike H&M una canzone che fin dal titolo unisce i nomi dei due famosi brand in una frase che ricorda le parole cinesi “sei così ridicolo”.

Il brano è stato creato da Li Yunzhi sabato ed è diventato immediatamente virale su social. L’hashtag correlato ha guadagnato oltre 120 milioni di visualizzazioni su Sina Weibo e numerosi commenti positivi da parte dei netizen, che hanno elogiato la canzone per aver acceso il loro entusiasmo a favore della madrepatria.

 

rap-1ok.jpg

 

Diversamente dal altre canzoni rap patriottiche Nike H&M presenta sottotitoli in inglese: l’intenzione dell’autore è infatti di diffondere il brano anche all’estero così da far arrivare la protesta al maggior numero di persone possibile al di fuori della Cina

Pagina 1 di 5

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android