Quest’anno, dal 15 al 19 ottobre, si terrà a Guǎngzhōu 广州 la seconda edizione della China Import and Export Fair 2021, uno dei più grandi eventi del mondo del business sin dal 1957.

Protagonisti dell’evento saranno lo sviluppo di nuove modalità di commercio estero e della doppia circolazione, punti che verranno discussi in vari incontri online, con oltre 60.000 stand gestiti da 26.000 imprese interne ed estere, ed offline, con un’area espositiva di 400,000 metri quadri, dedicata a 16 categorie di prodotti.

 

china-import.jpg

 

Gli espositori online avranno l’opportunità di realizzare live e utilizzare strumenti di realtà virtuale e tecnologie 3D per mostrare i loro prodotti ai consumatori. L’obiettivo principale è il rafforzamento del rapporto tra mercato interno e mercati esteri.

Secondo il ministro del commercio, Ren Hongbin, la produzione di beni e il miglioramento qualitativo saranno facilitati dalla crescita economica, avvenuta nella prima metà dell’anno grazie al commercio Estero cinese, che ha comportato un’entrata di 24.78 trilioni di yuan.

 

 

Articolo a cura di Chiara Foti

Xiaomi ha annunciato mercoledì mattina alla Borsa di Hong Kong che alle 16:00 Eastern Time del 25 maggio, la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia ha emesso una sentenza definitiva in merito alla precedente designazione della società come "Compagnia militare cinese comunista" (CCMC ).

"Il tribunale ha formalmente revocato tutte le restrizioni alla capacità delle persone statunitensi di acquistare o detenere titoli della Società", si legge nella dichiarazione ufficiale di Xiaomi. La società è riuscita a ribaltare la precedente sentenza dopo mesi di contenzioso.

 

xiaomi1 (1).jpg

 

La società tecnologica con sede a Pechino era stata inserita nella black list del CCMC del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti nel gennaio di quest'anno durante gli ultimi giorni della presidenza di Donald Trump, insieme con altre nove società cinesi.

La lista nera ha causato un brusco calo del prezzo delle azioni di Xiaomi. I funzionari della compagnia hanno reagito con forza alla notizia, affermando che non era di proprietà, controllata o collegata all'esercito cinese, né era una compagnia militare cinese come definita dalla legge statunitense NDAA.

La Cina beve italiano

Dicembre 01, 2020

Aumentano le iniziative per promuovere l'enogastronomia italiana in Cina da parte dell'Italian Trade Agency.

 

L'Agenzia nei giorni scorsi è stata protagonista di importanti azioni a favore delle piccole e medie imprese italiane del settore. La prima è stata la partecipazione al live streaming sul vino del “Padiglione Nazionale del Vino” ospitato dalla piattaforma Pinduoduo. L'evento si è tenuto lo scorso 21 novembre ed ha portato alla vendita di oltre 20.000 vini e prodotti alimentari, con un aumento degli acquisti di vino italiano del 160 per cento durante l'evento.

 

5fba4aa82f957bb8a86fa97b_Tuscany2.jpg

 

Di rilevo ancora maggiore è stato l'accordo stretto dall'Agenzia con Alibaba Group il 23 novembre. La collaborazione si pone l'obiettivo di portare il Made in Italy nel mondo per mezzo dei canali del gruppo Alibaba. Alibaba costruirà una sezione dedicata all'offerta dei prodotti delle piccole e medie imprese italiane che potranno esporre le proprie eccellenze e renderle così accessibili agli utenti del portale, raggiungendo il mercato internazionale.

Intervista al nuovo presidente della Fondazione Italia Cina

 

di Lorenzo Lamperti

 

Il 2020 doveva essere l'anno del turismo e della cultura Italia Cina. Purtroppo è diventato l'anno del coronavirus. Uno scenario difficile, che non ha però dissuaso Mario Boselli dall'intraprendere una nuova e affascinante sfida, la presidenza della Fondazione Italia Cina. Imprenditore tessile, presidente onorario della Camera nazionale della moda italiana e presidente dell'Istituto italo cinese, Boselli non si è tirato indietro e ha accettato il prestigioso incarico, succedendo ad Alberto Bombassei.

 

Continua a leggere su: https://www.affaritaliani.it/esteri/coronavirus-fondazione-italia-cina-mauro-boselli-intervista.html?fbclid=IwAR3C23ccBg09-ixrpINY0MfVw91VAM1vrgVnx0n1oPEKGwGIwQz5nuCmyDQ

Pagina 1 di 3

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android