La Cina beve italiano

Dicembre 01, 2020

Aumentano le iniziative per promuovere l'enogastronomia italiana in Cina da parte dell'Italian Trade Agency.

 

L'Agenzia nei giorni scorsi è stata protagonista di importanti azioni a favore delle piccole e medie imprese italiane del settore. La prima è stata la partecipazione al live streaming sul vino del “Padiglione Nazionale del Vino” ospitato dalla piattaforma Pinduoduo. L'evento si è tenuto lo scorso 21 novembre ed ha portato alla vendita di oltre 20.000 vini e prodotti alimentari, con un aumento degli acquisti di vino italiano del 160 per cento durante l'evento.

 

5fba4aa82f957bb8a86fa97b_Tuscany2.jpg

 

Di rilevo ancora maggiore è stato l'accordo stretto dall'Agenzia con Alibaba Group il 23 novembre. La collaborazione si pone l'obiettivo di portare il Made in Italy nel mondo per mezzo dei canali del gruppo Alibaba. Alibaba costruirà una sezione dedicata all'offerta dei prodotti delle piccole e medie imprese italiane che potranno esporre le proprie eccellenze e renderle così accessibili agli utenti del portale, raggiungendo il mercato internazionale.

Il colosso Alibaba apre il portale ecommerce AliExpress al mercato italiano, mettedolo il comunicazione con il mercato russo.

Il 17 e 18 maggio si terrà a Shanghai l’edizione 2018 del China International Top Chefs organizzato da SIAL, CCA (China Cuisine Association) e WACS (World Association of Chefs Societies).

"Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha ricevuto a Palazzo Mosti, una delegazione di buyer cinesi del settore agroalimentare ed enogastronomico, che, in occasione dell’evento “Sapori in Italia”, organizzato dall’Associazione Arte Italia Cultura, ha fatto tappa a Benevento per valutare nuove opportunità in un contesto di scambi e relazioni commerciali. Accompagnata dal presidente dell’Associazione Cina Italia di Shanghai, il deputato della Repubblica cinese Zhu Yuhua, la delegazione ha avuto modo di visitare aziende e agriturismi del beneventano con l’obiettivo di conoscere e approfondire la bellezza e le potenzialità dei prodotto autoctoni della provincia. Il progetto è promosso da Arte Italia Cultura, presieduta da Giuseppe Colombo.

 

Un’associazione che punta alla valorizzazione del Made in Italy sotto tutte le sue forme: dai beni culturali alla ricerca scientifica, passando per moda e agroalimentare. “L’Italia e in particolare la Campania – ha detto Colombo – possiedono già tutti gli elementi per conquistare la Cina. A noi il compito di fare la giusta promozione territoriale”. Tra gli organizzatori e i partecipanti all’evento, inoltre, ci sono stati il professore Hu Jinxing Honorary Presidente dell’Associazione Cina-Italia di Shanghai, He Zhengyu, Director of More Love Foundation China, Huang Yuejing, Presidente del Senato della Provincia dello Jiangxi, Elio Zhu, Execution Director of Association China-Italy in Shanghai, Fei Haoping, Vice Presidente dell’Associazione Cina-Italia di Shanghai, Zhong Zhisheng Sindaco di Jingdezhen City e Dong Lixin, Segretario del partito di Jingdezhen City. “È questa, sicuramente, una bella opportunità di rilancio sul mercato internazionale per le aziende sannite, ha commentato il sindaco Clemente Mastella. “Ringrazio l’associazione presieduta da Giuseppe Colombo per aver scelto Benevento tra le tappe del tour e spero che questa possa essere un’occasione concreta per esportare i prodotti tipici locali e le eccellenze del nostro territorio in un Paese come la Cina che, come è noto, è in una fase di forte espansione economica”, ha ribadito il sindaco di Benevento. Nel 2015 il volume dell’interscambio tra Cina e Italia è aumentato dell’8.5%, pari al 38.6 miliardi di euro, l’esportazione italiana verso la Cina è stata pari a 10.4 miliardi di euro (-0.7%) e l’esportazione cinese verso l’Italia di 28.2 miliardi di euro (+12.3%).

 

L’Italia continua ad offrire al mercato cinese prodotti di qualità come macchine, prodotti di alta tecnologia, farmaci, abbigliamento e accessori, agroalimentari, autoveicoli, cuoio lavorato. Sul versante degli investimenti reciproci, la cooperazione finanziaria è cresciuta rapidamente: negli ultimi anni, i progetti italiani d’investimento in Cina hanno toccato i 6,5 miliardi di dollari, mentre l’Italia è diventata una delle principali destinazioni degli investimenti cinesi in Europa. Nel 2015 è stata al primo posto con oltre 7.5 miliardi di euro, incluso l’investimento da 7,1 miliardi di euro da parte del gruppo ChemChina, tra le maggiori operazioni effettuate all’estero da parte cinese negli ultimi anni. Il gruppo Fosun ha acquistato l’ex sede Unicredit in piazza Cordusio a Milano, China Construction Bank e China Industrial and Commercial Bank hanno aperto rispettivamente filiali a Milano e a Roma. A fine 2014, il numero delle imprese con capitali cinesi presenti in Italia è arrivato a quota 282. Notevole lo sviluppo nel settore di turismo, anche grazie alla positiva partecipazione cinese all’Expo di Milano, oltre tre milioni di cinesi hanno visitato l’Italia, le quattro maggiori compagnie aeree cinesi hanno aperto voli diretti tra Roma, Milano e le principali città cinesi come Pechino, Shanghai, Xi’an, Chongqing, Guangzhou e il recente sblocco di Alitalia su Roma è un altro segnale. I prodotti e le potenzialità della regione Campania possono contribuire alla cementazione dei rapporti diplomatici, commerciali e culturali tra la nostra penisola e il “continente” cinese, anche ciò è la linfa del lavoro di Giuseppe Colombo e dell’Associazione Arte Italia Cultura".

 

 

 

Relazione dell'analista dell'Associazione Arte Italia Cultura Domenico Letizia sul recente incontro tra la delegazione cinese di politici ed imprenditori e il Sindaco di Benevento Clemente Mastella, pubblicata per la testata "Caratteri Liberi", al seguente link.

 

Pagina 1 di 2

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android